×

Farmacista distrugge 500 dosi di vaccino Covid Moderna: condannato a 3 anni di carcere

Un farmacista del Wisconsin ha distrutto cinquecento dosi di vaccino Covid Moderna, convinto che alterasse il DNA.

Farmacista

Un farmacista dello stato del Wisconsin (USA), Steven Brandenburg, si è sbarazzato di oltre cinquecento dosi di vaccino anti Covid Moderna convinto che alterasse il DNA. L’uomo è stato condannato a tre anni di carcere. Brandenburg è stato incarcerato e obbligato, inoltre, a pagare la somma di 83.800 dollari di risarcimento al suo ex datore di lavoro in seguito alla rimozione (fatta di proposito) da un frigorifero di una scatola di fiale di vaccino Moderna.

Il tutto è avvenuto in ospedale durante due turni successivi di notte. L’episodio è avvenuto alla fine di dicembre scorso. Lo ha reso noto il Dipartimento di Giustizia all’interno di una dichiarazione. 

Farmacista distrugge 500 dosi di vaccino Moderna: si dichiara dispiaciuto

Prima della scoperta del sabotaggio da parte di Steven Brandenburg, alcune delle fiale manomesse sono state somministrate a cinquantasette persone. C’è da dire che tali dosi debbano essere conservate a una specifica temperatura per garantirne l’efficacia.

Durante la condanna del farmacista avvenuta lo scorso 8 giugno, Steven Brandenburg ha dichiarato dinanzi al giudice distrettuale degli Stati Uniti Brett Ludwig di essere “disperatamente dispiaciuto e vergognato” per quel che ha fatto. 

Farmacista distrugge 500 dosi di vaccino Moderna: “Un grave crimine”

Brian M. Boynton, assistente procuratore generale ad interim della divisione civile del DOJ ha definito le azioni di Steven Brandenburg “un grave crimine” perpetrato, peraltro, nel corso di un’emergenza sanitaria pubblica nazionale.

Boynton ha garantito, tuttavia, che le autorità resteranno vigili al fine di proteggere i “vaccini salvavita” da ulteriori atti di distruzione. Lo scorso febbraio il farmacista del Wisconsin ha deciso per il patteggiamento e si è dichiarato colpevole nei confronti di due accuse per tentativo di manomissione di prodotti di consumo. Brandenburg aveva confessato il suo scetticismo verso il vaccino Moderna, condividendo le sue preoccupazioni con alcuni suoi colleghi. Secondo gli inquirenti, l’uomo sarebbe stato convinto che il farmaco Moderna alterasse il DNA umano. 

Farmacista distrugge 500 dosi di vaccino Moderna: le dichiarazioni della ex moglie

Secondo i documenti del tribunale riguardanti il divorzio di Steven Brandenburg dalla moglie, quest’ultima aveva dichiarato come l’ex marito fosse un “teorico della cospirazione dichiarato”. Brandenburg avrebbe creduto, sempre a detta della donna, che “il governo stia pianificando attacchi informatici e piani per chiudere la rete elettrica”. 

Contents.media
Ultima ora