×

Fedriga chiede la revisione della quarantena, Sileri frena: “Condivido, ma non è questo il momento”

"Necessaria una revisione della quarantena, ma non è questo il momento. Probabilmente lo sarà tra 10/15 giorni", fa sapere il sottosegretario alla Salute.

Federiga revisione quarantena Sileri

Aumentano i contagi nel nostro Paese e gli effetti della quarta ondata si fanno sentire. È corsa ai tamponi e Fedriga chiede una revisione della quarantena per i vaccinati. A frenare la sua proposta è il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.

Fedriga chiede revisione quarantena, ma Sileri frena

Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia e presidente della Conferenza delle Regioni, chiede di rivedere i giorni di quarantena per i cittadini già vaccinati contro il Covid-19.

Condivido la riflessione che vada rivista la quarantena per i vaccinati. Massima sicurezza senza bloccare il Paese”, ha dichiarato Fedriga in un tweet.

Il sottosegretario Sileri si è detto concorde con la sua osservazione, ma precisa che non è questo il momento per apportare modifiche. Il tasso di positività in aumento necessita massima attenzione e assoluta prudenza.

Fedriga chiede revisione quarantena, le parole del sottosegretario Sileri

Pierpaolo Sileri ha ripreso le parole di Fedriga, dichiarando che è “necessaria una revisione”.

Tuttavia, ha precisato: “Non è questo il momento, probabilmente lo sarà tra 10/15 giorni”.

Quindi ha aggiunto: “In questo momento circola sia la variante Omicron sia la Delta, che è quella poi prevalentemente responsabile delle persone ricoverate in terapia intensiva”.

Fedriga chiede revisione quarantena, ma Sileri frena: allarme Omicron

Ospite a Timeline, su Sky Tg24, il sottosegretario alla Salute ha commentato anche la diffusione della nuova variante. “È verosimile che la variante Omicron sia oltre il 50/60% di tutto il virus che in questo momento circola nel nostro Paese”, ha fatto sapere.

Poi ha spiegato: “Per modalità di diffusione, perché contagia cinque volte tanto la Delta e la Delta plus, che erano le varianti precedentemente circolanti, capiamo bene che in una, massimo due settimane Omicron prenderà il sopravvento sulla popolazione positiva: questa sarà la variante con la quale dovremo confrontarci nelle prossime settimane”.

Contents.media
Ultima ora