×

Femminicidio a Taranto, 75enne taglia la gola alla compagna e poi tenta il suicidio

Si tratta dell'ennesimo caso di femminicidio. Il tutto è avvenuto stamattina, in provincia di Taranto, al culmine di una lite.

Carabinieri

È successo nella mattinata odierna, 12 ottobre 2021, un uomo di 75 anni ha tragicamente ucciso la moglie a coltellate in preda ad un raptus e successivamente ha tentato di suicidarsi.

Femminicidio in provincia di taranto: la dinamica

Il grave femminicidio è avvenuto a Manduria, in provincia di Taranto.

Un pensionato di 75 anni al culmine di una lite con la moglie di 70 anni, l’ha accoltellata ripetutamente con un taglierino. Dopo essersi reso conto di cosa aveva appena commesso, l’uomo ha provato a togliersi la vita con lo stesso taglierino, procurandosi solo delle ferite.

Femminicidio in provincia di Taranto: l’allarme dei vicini

L’allarme è stato lanciato dai vicini di casa che hanno udito delle urla disumane sia durante la lite che durante l’agonizzazione della povera vittima.

All’arrivo dei sanitari purtroppo per la donna non c’era più nulla da fare, era già deceduta. Sul luogo sono arrivati anche i Carabinieri.

Femminicidio in provincia di Taranto: le condizioni dell’uomo

All’arrivo presso l’ospedale “Marianna Giannuzzi” di Manduria, il 75enne ha confessato davanti ai Carabineiri l’omicidio ed ha ricevuto le cure necessarie ai danni che si è inflitto nel tentativo di togliersi la vita. L’uomo è attualmente in stato di fermo per omicidio e non è in pericolo di vita.

La polizia scientifica ha sequestrato l’arma del delitto per analizzarla così come tutta la scena del crimine.

Contents.media
Ultima ora