Firenze, lavori ponte sull'Arno in ritardo di più di un mese
Firenze, lavori ponte sull’Arno in ritardo di più di un mese
Cronaca

Firenze, lavori ponte sull’Arno in ritardo di più di un mese

firenze

Firenze, dovevano terminare a fine ottobre i lavori del ponte sull'arno, ma non è stato così. Ancora adesso questi sembrano lontani dalla conclusione

Firenze, i lavori sarebbero dovuti terminare prima della fine ottobre. Così, il 9 dello stesso mese, l’assessore Stefano Giorgetti aveva dichiarato annunciando la riapertura di un ponte sull’Arno. Ma non è stato così, e la situazione ha innescato la rabbia del sindaco Dario Nardella, personaggio celebre per la sua mitezza. L’opera sta costando al comune 611mila euro, ed è stata affidata a fine marzo a Pozzolini Srl e Moeg Srl.

Firenze lavori ponte

Il ritardo non è giustificabile, secondo il sindaco Dario Nardella. Era stata annunciata per fine ottobre l’apertura del ponte passerella sull’Arno. Ma i lavori sono in modo evidente ben lontani dal loro termine. Pochi giorni fa, l’11 dicembre scorso, Dario Nardella aveva dichiarato e annunciato l’intenzione di concludere il rapporto con Pozzolini Srl e Moeg Srl per affidare i lavori ad un’altra ditta.

Le ditte, Pozzolini Srl con sede ad Empoli e Moeg Srl con sede a Treviso, si erano aggiudicate l’incarico il 29 marzo 2017.

La prima aveva in incarico anche dei lavori sulla circonvallazione sud della città. Non solo, Pozzolini Srl ha poi subappaltato il montaggio e saldature delle strutture metalliche alla società Bridge Srl di Roma. I lavori sono incominciati a luglio. Il 19 settembre, l’obsoleta passerella viene fatta inabissare con un’implosione.

Il 9 ottobre le maxi gru da Livorno e Genova posano la nuova campata. A questo punto, l’assessore ai Lavori Pubblici Stefano Giorgetti comunica la riapertura per la fine del mese. Tutto, fino al 2 novembre, procede in modo costante. Ma poi succede qualcosa. Oltre quella data, ci si accorge che qualcosa si è ‘rotto’. I cantieri, all’improvviso, sono paralizzati. Tuttavia non mancherebbe molto alla conclusione dei lavori. Mancano solamente l’asfaltatura e l’impermeabilizzazione. Quindi, si tratterebbe di faccende da pochi giorni. Ma niente. Così la situazione è diventata un caso. il Comune sta manifestando solo ora il suo rammarico, le ditte nel frattempo non dicono nulla.

firenze

Ditte non rintracciabili

Non solo, le imprese non sono rintracciabili tramite telefono.

Pozzolini Srl fornisce numeri telefonici che non sono attivi. Tuttavia, ci sarebbe la possibilità di mettersi in contatto componendo un numero a valore aggiunto a 0,49 centesimi al minuto da cellulare. La segreteria della ditta Maeg Spa afferma che non è autorizzata a rispondere a domande inerenti al tipo di produzione. La Bridge, invece, non diffonde nessun contatto telefonico.

Fratelli d’Italia

Francesco Torselli, capogruppo Fratelli d’Italia in Consiglio comunale, ha commentato così la vicenda: “Restiamo basiti dall’assoluta inadeguatezza dell’amministrazione comunale fiorentina nel gestire la questione della passerella dell’Isolotto”. Non è possibile, secondo lui, che di fronte alla più importante opera pubblica della città dopo le due linee tramviarie, sindaco e assessore annuncino ogni settimana una data diversa per la conclusione dei lavori.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche