×

O

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 25 feb. (Adnkronos) – "Il Pd ha bisogno di un congresso nel quale si discute sulle idee, gli obiettivi e l'identità del partito". Lo dice Luigi Zanda, interpellato dall'Adnkronos, sul suo intervento oggi alla Direzione dem nel quale ha anche accennato alla questione congresso.

"Veramente -aggiunge- già un paio di mesi fa avevo già detto che il Pd sarebbe dovuto andare a congresso. Naturalmente quando la condizione sanitaria lo avrebbe permesso. I congressi si fanno in presenza, non si possono fare on line…". E per Zanda quello che serve è "un congresso politico e non una mera discussione sulle alleanze e sulle formule. Anche perché queste vengono dopo, una volta che si concordato un profilo politico".

Per il senatore Pd occorre "un congresso che abbia la vista lunga e che pensi a una prospettiva di lungo periodo per il partito. Noi non abbiamo bisogno di prendere decisioni sui fatti del giorno".

Come il dibattito sulle alleanze in vista delle amministrative? "Per queste decisioni abbiamo una Direzione di quasi 200 persone… Io sto parlando di questioni che hanno una prospettiva più lunga". Ma questo congresso 'politico' dovrebbe anche includere una competizione sulla leadership del Pd? "Tutti i congressi, quando discutono di linea, poi hanno sempre conseguenze sulla leadership e quindi sarebbe ipocrita pensare che non ne avrebbe".


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora