×

Funerali Leonardo Lamma a Roma, i genitori: “Come faremo senza di te?”

Funerali Leonardo Lamma a Roma: si sono tenuti alle ore 15:00 di mercoledì 13 aprile le esequie del 19enne morto in un incidente a corso Francia.

Funerali Leonardo Lamma a Roma

Funerali Leonardo Lamma a Roma: si sono tenuti alle ore 15:00 di mercoledì 13 aprile le esequie del 19enne morto in un incidente a corso Francia.

Funerali Leonardo Lamma a Roma, folla riunita per le esequie

Alle ore 15:00 di mercoledì 13 aprile, sono stati celebrati i funerali di Leonardo Lamma, il giovane di 19 anni morto tragicamente in un incidente stradale a corso Francia l’8 di aprile.

Le esequie si sono tenute presso la chiesa di Gran Madre di Dio a Ponte Milvio e hanno visto la partecipazione di centinaia di persone. In questo modo, la folla ha voluto stringersi intorno ai genitori del ragazzo, Paola Scaglioni e Stefano Lamma, e alla nonna Franca.

A mezz’ora dall’inizio dei funerali, le scale della chiesa sono state occupate dagli amici del 19enne.

Nel momento in cui sono state aperte le porte dell’edificio che ospita la Gran Madre di Dio a Ponte Milvio, poi, alcuni dei presenti sono stati costretti a restare fuori dalla chiesa, data l’ingente quantità di persone accorsa per salutare per l’ultima volta il giovane.

I genitori: “Come faremo senza di te?”. Il dolore degli amici

Durante la cerimonia funebre, i genitori del 19enne si sono recati sull’altare e hanno salutato il loro unico figlio. La madre ha dichiarato: “Rimarrai sempre con noi, continuerai a stropicciarci come hai sempre fatto”.

Il padre, invece, si è rivolto gli amici del figlio, chiedendo loro di raccogliere “gli insegnamenti di Leo e di non dimenticarli mai: assumetevi le vostre responsabilità, lui lo faceva sempre”.

Il parroco che ha celebrato le esequie, inoltre, ha esordito asserendo: “Noi non dovevamo stare qui oggi. Perché è successo tutto questo, perché a Leonardo? Non è giusto che i genitori facciano un atto contro natura, seppellire il proprio figlio – e, riferendo le parole che gli erano state precedentemente comunicate dai genitori del 19enne, ha aggiunto –. Al capitolo dolore abbiamo già dato tanto come famiglia, perché ancora? Non è possibile sopportare tutta questa sofferenza. La vita di Leonardo gli stava tutta davanti.

La sua vitalità, la sua curiosità, la sua sete di vivere, erano davanti a lui. Perché costringerci in questo momento a stare così dietro?”.

Infine, gli amici di Leonardo Lamma hanno asserito: “Quello che fa più rabbia è che Leo non ha avuto nessuna colpa. In quell’incidente, poteva esserci chiunque altro. Non è giusto”.

Contents.media
Ultima ora