×

Green pass e terza dose, parla Ciciliano: “Green pass 9 mesi dura troppo, non incentiva alla terza dose”

Ridurre la durata del Green pass da 9 mesi a 6 mesi, eliminerebbe una finestra di 3 mesi in cui il Covid potrebbe diventare più aggressivo

Fabio Ciciliano

Il membro del Comitato tecnico scientifico (Cts) e medico della polizia e protezione civile, Fabio Ciciliano, non è soddisfatto della decisione che ha ridotto il Green pass da 12 a 9 mesi. Secondo Ciciliano bisogenerebbe ridurlo ulteriormente, fino a 6 mesi.

Green pass da 9 mesi a 6 mesi

Il suo punto di vista è finalizzato all’incrementazione delle dosi “Booster” o terze dosi. Così facendo, le persone non sono incenitavate a vaccinarsi con la terza dose in quanto il proprio Green pass sarà ancora valido, nonostante la ridotta efficacia del vaccino. A questo punto, la finestra di rischio sarebbe più aperta e in quei tre mesi i casi potrebbero decisamente aumentare.

La terza dose è fondamentale non solo per il Green pass

L’importanza della terza dose arriva proprio adesso, che la famigerata variante Omicron sta attaccando l’Europa intera. Ciciliano si espresso, durante un’intervista al quotidiano “La Stampa“, in questo modo riguardo l’importanza della terza dose anche nei confronti di Omicron: “Mica siamo ai saldi di fine stagione, l’esigenza di alzare la nostra protezione con la terza dose c’è adesso, anche perché il virus è più aggressivo nei mesi freddi.

Poi con il booster l’aumento degli anticorpi è molto più rapido, nel giro di pochi giorni dall’iniezione si raggiunge il picco“.

Non solo Green pass, ma anche azioni individuali

Il Green pass non è l’unica cosa importante per frenare la quarta ondata di Covid-19. Fabio Ciciliano, ha anche attacco alcune persone che non hanno ancora ben capito quali sono le regole da rispettare rigorosamente per evitare la diffusione del temibile virus.

Spesso si vedono persone con le mascherine abbassate o con il naso scoperto ed è purtroppo impossibile controllare tutti. Ciciliano si è detto anche favorevole all’obbligo di mascherina all’aperto, ma questa decisione spetterà alle varie istituzioni.  

Contents.media
Ultima ora