×

Punture di pulci: cosa fare, i rimedi e come riconoscerle

Riconoscere le punture di pulci è fondamentale per capire cosa fare e scegliere il rimedio più efficace.

punture pulci medicina
punture pulci cani

Vediamo ora tutto quello che bisogna conoscere in merito alla puntura di pulce che potrebbe essere una delle situazioni che si fronteggiano se si vive in campagna oppure si hanno cani e/o gatti dentro casa.

Punture di pulci: come riconoscerle?

La puntura della pulce tende a essere simile a quella di altri insetti ma, allo stesso tempo, si mostra con delle caratteristiche che sono leggermente differenti. In primo luogo l’eruzione cutanea, dovuta appunta dal morso, tende ad avere una dimensione non eccessivamente grande: si tratta di un piccolo pizzico che spesso si presenta con una punta bianca, oppure come un foruncolo sottocutaneo.

Altra caratteristica che permette di contraddistinguere il morso della pulce è dovuto alla presenza di diversi segni presenti nella medesima zona: questo insetto, che va alla ricerca del sangue nel corpo dell’ospite, tende a setacciare la zona interessata diverse volte, quindi almeno tre piccoli segni sul proprio corpo saranno vicini tra di loro.

Pertanto queste sono le caratteristiche che vanno a identificare il morso della pulce, che si presenta quindi come similare a quello di altri insetti ma con delle peculiarità che lo rendono facilmente riconoscibile.

Punture di pulci: cosa fare?

Ovviamente ci sono delle piccole conseguenze che si potrebbero fronteggiare nel momento in cui si è vittima della puntura delle pulci e il primo di questi è quella sensazione di prurito che deriva appunto dallo sfogo cutaneo presente sulla propria pelle. La voglia di grattarsi, dovuta appunto dall’irritazione presente nella zona interessata, potrebbe essere più o meno intensa a seconda del numero di morsi e del segno lasciato dalla stessa pulce.

Qualora si sia stati punti dalle pulci non occorre andare nel panico o cercare soluzioni e rimedi che sono complessi. Il primo tipo di soluzione consiste nell‘utilizzare le creme per combattere questo genere di segni: si tratta di prodotti che hanno lo scopo di sgonfiare la zona oggetto della puntura della pulce e successivamente fare in modo che lo stesso segno venga totalmente rimosso.

Solo le persone che soffrono di allergie ai morsi degli insetti possono vedere delle eruzioni cutanee che sono maggiormente visibili e violente e pertanto, in questo caso, è suggerito recarsi dal proprio medico per evitare che la persona allergica possa andare incontro a crisi come shock anafilattico e altre dovute appunto dall’allergia.

Come evitare la puntura della pulce

Qualora si voglia prevenire il morso della pulce è consigliato procedere con l’utilizzo di prodotti antiparassitari e antipulci sul manto peloso del proprio animale da compagnia.

Seppur il cane o il gatto siano puliti e vengano lavati con grande frequenza, basta anche un solo attimo trascorso dallo stesso in compagnia di altri animali che hanno le pulci che il contagio potrebbe essere sostanzialmente inevitabile.

Inoltre se il cane o gatto si grattano con frequenza, è possibile che nel pelo siano presenti le pulci e pertanto occorre intervenire immediatamente. Occorre sottolineare anche come lavare i capi d’abbigliamento con grande frequenza, soprattutto se si sospetta che il proprio animale da compagnia abbia le pulci.

Infine un buon bagno caldo rappresenta la scelta ideale per evitare che le pulci, qualora queste dovessero essere presenti nei capelli, possano essere sinonimo di fastidio e punture continuative. Disinfettare la casa è un comportamento aggiuntivo ottimale, visto che le pulci non sopportano i luoghi completamente puliti, prediligendo invece aree abbastanza sudice e ricche di germi e batteri, dove possono essere depositate le loro uova.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche