×

Il conduttore Ciro Di Maio arrestato: si era fatto spedire droga dello stupro dall’Olanda

Il conduttore Ciro Di Maio è stato arrestato per spaccio: si era fatto spedire dall'Olanda 1 litro di Gbl, la cosiddetta droga dello stupro.

Ciro Di Maio

Il conduttore tv Ciro Di Maio è stato arrestato con l’accusa di spaccio per essersi fatto spedire dall’Olanda un litro di Gbl, la cosiddetta droga dello stupro.

Ciro Di Maio: l’arresto per spaccio

Prima avrebbe negato i fatti e a seguire avrebbe ammesso di essere utilizzatore della sostanza Ciro Di Maio, conduttore tv di un programma di viaggi su Marcopolo che a quanto pare si era fatto spedire un litro di Gbl a casa sua.

Per il momento il conduttore 46enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Le polizia di frontiera aerea avrebbe individuato il pacco sospetto all’aeroporto di Fiumicino e avrebbe seguito la consegna fino a casa del conduttore che, a quanto pare, avrebbe ammesso di fare uso della sostanza (pur negando di avere a che fare con il pacco in questione). Sembra che 4 anni fa Ciro Di Maio fosse già stato arrestato però per lo stesso reato e che all’epoca il pacco contenente la Gbl gli fosse stato inviato dalla Cina.

Nel suo appartamento le forze dell’ordine avrebbero rinvenuto altre dosi della sostanza e dal litro che si era fatto inviare si ricaverebbero 1400 dosi circa. 

Ciro Di Maio: chi è il conduttore

Oltre a lavorare come attore per alcuni film e fiction del piccolo schermo, Ciro Di Maio è conduttore di un programma Diario di viaggio su Marcopolo e in passato ha recitato nelle fiction Le tre rose di Eva 3, Un Posto al Sole, Un medico in famiglia 9 e Padri e figli.

Originario di Napoli, nella biografia sul suo sito ha scritto di aver esordito nel piccolo schermo “con Raffaella Carrà nel 1988 in ‘Carramba che fortuna!'”.

Ciro Di Maio: cos’è la Gbl

Comunemente detta droga dello stupro, la Gbl è una sostanza psicoattiva incolore e inodore che spesso viene mischiata ad altre sostanze (quali della semplice acqua) per perpetrate violenze e abusi ai danni di vittime ignare. Ciro Di Maio si sarebbe fatto spedire dall’Olanda (dove è venduta legalmente) il litro di sostanza con un nome diverso rispetto al suo.

Nei prossimi giorni il gip dovrà decidere se convalidare il fermo per il volto televisivo e stabilire quali siano state le sue reali responsabilità in merito alla vicenda.

Contents.media
Ultima ora