×

Il dossier riservato di Forza Italia: “Errori degli alleati, così abbiamo perso”

In un dossier riservato, Forza Italia rivendica il suo ruolo centrale della coalizione e rimarca il calo degli alleati leghisti.

Dossier riservato di Forza Italia

In un dossier riservato, Forza Italia fa il punto sugli errori commessi durante la tornata elettorale del 3 e 4 ottobre 2021 stigmatizzando il calo della Lega e ritenendo che gli elettori hanno premiato la fedeltà a Draghi e non la partecipazione critica al governo.

Dossier riservato di Forza Italia

Il documento di dieci pagine esalta il ruolo centrale del partito guidato da Silvio Berlusconi e non manca di accusare gli alleati Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Nella nota c’è infatti una bocciatura netta del civismo scelto come compromesso dai due leader per le grandi città segnalando che “fra le candidature del centrodestra ai ruoli apicali solo due erano esplicitamente riconducibili a Forza Italia, Occhiuto in Calabria e Di Piazza a Trieste“.

Cosa che secondo gli azzurri sarebbe un sintomo del fatto che vincono candidati non improvvisati, perché entrambi hanno una lunga storia politica alle spalle, e che hanno la meglio aspiranti sindaci con un profilo centrista “come quelli che solo Forza Italia sa esprimere“. Il centrodestra, si legge ancora, non riesce a vincere nelle grandi città, dove l’elettorato è più informato e più aperto all’Europa e al mondo perché “a differenza del passato non abbiamo neanche provato a competere per conquistare gli elettori urbani, cosa che in passato eravamo riusciti a fare a Milano con Albertini e Moratti“.

Dossier riservato di Forza Italia: “Lega calata del 70,2%”

Di qui l’accusa di calo agli alleati, in particolare alla Lega, che in due anni “ha perso 634.652 consensi, pari al 70,2%” e che è stato solo in piccola parte compensato dalla crescita di Fratelli d’Italia. I numeri, conclude il documento, fanno dunque concludere che bisogna restare saldamente dentro il governo Draghi: “Il fatto di averlo appoggiato coerentemente, pur rimanendo nel centrodestra, è stato premiato da un risultato relativamente migliore rispetto agli alleati e soprattutto ci ha dato un ruolo centrale“.

Contents.media
Ultima ora