×

Il Pentagono: “Se la guerra si protraesse Putin è pronto alla minaccia nucleare”

Le parole del tenente generale Scott Berrier durante un'audizione parlamentare: “Se la guerra si protraesse Putin è pronto alla minaccia nucleare”

Vladimir Putin

Il Pentagono Usa disegna uno scenario cupo se la finestra di opportunità delle truppe russe dei prossimi 10 giorni andasse esaurita: “Se la guerra si protraesse Putin è pronto alla minaccia nucleare”. Un report della Dia, la Defense Intelligence Agency citato da Bloomberg, profila la possibilità che il presidente russo possa chiudere la partita con armi non convenzionali e “sposa” i recenti rumors che avevano portato la Dgse francese ad allertare Emmanuel Macron

La Dia: “Putin è pronto alla minaccia nucleare”

Ad ogni modo Bloomberg cita stralci di quel report illustrato dal tenente generale Scott Berrier, capo della Dia, durante una audizione parlamentare: “Poiché questa guerra e le sue conseguenze diminuiscono lentamente la forza convenzionale della Russia allora Mosca probabilmente farà progressivamente affidamento sul suo deterrente nucleare”. E secondo la Dia lo farebbe “per dare un’idea di forza sul suo pubblico in patria e all’estero”. 

Una guerra di logorio sarebbe letale per Mosca

E ancora: “Una protratta occupazione di parti del territorio ucraino minaccia di indebolire l’esercito russo e di ridurre il suo arsenale di armi modernizzato mentre le conseguenti sanzioni economiche potrebbero causare una prolungata depressione economica e uno stato di isolamento diplomatico”. In buona sostanza “la combinazione della resistenza ucraina e delle sanzioni economiche minaccerà la capacità della Russia di produrre munizioni a guida di precisione”.

Contents.media
Ultima ora