×

Imbocca la pista ciclabile con l’auto e uccide un ragazzo di 25 anni

Auto pirata imbocca la pista ciclabile di Viale Dante e uccide un ragazzo di 25 anni dopo aver divelto paletti ed abbattuto addirittura un albero

La drammatica scena dell'investimento

Omicidio stradale a Mestre dove nel pomeriggio del 19 giugno un’auto “impazzita” imbocca la pista ciclabile con l’auto e uccide un ragazzo di 25 anni: la vittima è il giovane operaio Fincantieri Keoule Dembele. La tragedia si è consumata in viale Dante, con il 25enne ciclista di origini maliane investito di spalle da un’auto pirata e morto a seguito delle gravi lesioni riportate nell’impatto. 

Con l’auto uccide un ragazzo di 25 anni

I media spiegano che il conducente dell’auto investitrice è stato fermato dalle forze dell’ordine, parrebbe in stato di evidente alterazione, e dichiarato in arresto per omicidio stradale. Tutto è accaduto in pochi secondi davanti alla scuola primaria Cesare Battisti, con l’auto, una  Volkswagen, che dalla zona di piazzale Da Vinci correva a a velocità sostenuta in direzione della stazione. Ad un certo punto la vettura ha imboccato la pista ciclabile ed ha investito il ciclista, poi abbattuto alcuni paletti e un albero per poi capovolgersi sull’asfalto. 

L’arrivo della polizia e l’arresto del pirata della strada

Sul posto sono giunte pattuglie di polizia di stato e polizia locale, che  hanno bloccato l’uomo alla guida dell’auto pirata. L’investitore è stato sedato e condotto in ospedale, dove resta piantonato e in stato di arresto. E se la sua follia fosse stata messa in atto solo 24 ore prima sarebbe stata una strage, dato che sabato viale Dante aveva ospitato una tavolata rionale anche con bambini organizzata dai residenti.

Per il povero Keoule gli operatori del 118 non hanno potuto fare nulla.

Contents.media
Ultima ora