> > Incidente mortale nella borgata Finocchio, addio al cuoco Samuel Melis: dispo...

Incidente mortale nella borgata Finocchio, addio al cuoco Samuel Melis: disposta l’autopsia

incidente mortale borgata finocchio

Verrà sottoposto ad autopsia il corpo del cuoco 21enne Samuel Melis, vittima di un incidente mortale nella borgata Finocchio di Roma.

È stato un incidente mortale quello che si è verificato nella borgata Finocchio e che si è concluso con la prematura scomparsa del cuoco Samuel Melis, 21 anni.

Al fine di determinare con chiarezza le cause del decesso della giovane vittima, è stata disposta l’autopsia.

Incidente mortale nella borgata Finocchio, addio al cuoco Samuel Melis

Nel primo pomeriggio di sabato 19 novembre, si è consumato un drammatico incidente nel momento in cui uno scooterha impattato contro una Opel Mokka. Lo schianto si è rivelato fatale per il cuoco di 21 anni Samuel Melis che si trovava alla guida del mezzo a due ruote.

Sulla base delle informazioni sinora diffuse, i due mezzi stavano percorrendo il tratto stradale in direzioni di marcia opposte. Il sinistro si è verificato nella borgata Finocchio di Roma, in via Fontana Candida, in prossimità dell’incrocio con Tor Forame.

A seguito dello scontro, il 21enne è stato sbalzato dal suo scooter e ha compiuto un volo di diversi metri prima di sbattere con forza contro l’asfalto. Melis, secondo quanto riferito dai sanitari giunti sul posto, è morto sul colpo.

Disposta l’autopsia

Nella tarda mattinata di lunedì 21 novembre, il pm Rita Cesareo ha disposto che il corpo della vittima venga sottoposta ad autopsia al fine di determinare con esattezza le cause del decesso di Melis. Intanto, il conducente dell’automobile potrebbe dover rispondere al reato di omicidio stradale.

L’esame autoptico è stato fissato alle ore 15;00 di martedì 22 novembre presso il Policlinico Tor Vergata e verrà condotto dal medico legale Francesca Cordova.

Inoltre, sarà presente anche il medico legale Antonio Grande in qualità di consulente tecnico.

Il 21enne svolgeva la professione di cuoco al Barrique Restaurant Poggio le Volpi, situato proprio in via Fontana Candida. Il ragazzo, inoltre, viveva insieme alla madre e alla sorella minore in via Frattamaggiore.