Influenza: otto cattive abitudini che la causano
Influenza: otto cattive abitudini che la causano
Salute

Influenza: otto cattive abitudini che la causano

Raffreddata
Persona influenzata

Le otto cattive abitudini molto comuni da dimenticare, se non vogliamo correre il rischio di prendere l’influenza per il passaggio di batteri.

In questi ultimi anni, durante l’inverno e magari durante le vacanze di Natale, molti hanno avuto a che fare con l’influenza. Nei giorni scorsi l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha allertato sulla resistenza agli antibiotici da parte di batteri e virus che agiscono sul sistema immunitario, anche perché il picco di influenza è previsto proprio nel mese di febbraio che è appena iniziato. Perciò bisogna cercare di capire come evitarla: ecco otto cattive abitudini da abbandonare per non prenderla.

L'influenza

Dimenticare di lavarsi i pollici

Lavaggio mani

Questa prima abitudine può essere strana, bizzarra e fare anche un po’ sorridere, ma gli esperti fanno presente che è molto frequente, quando ci si lava le mani, e anche la più dannosa. Infatti i pollici sono le dita più usate – considerando anche il mondo tecnologico di oggi –, e quelle dove si trovano più microrganismi nocivi.

Appoggiare la borsa per terra

Abitudine cattiva

Altra azione comunissima con qualsiasi portaoggetti, soprattutto quando siamo fuori casa.

Il problema è quando rientriamo e appoggiamo lo stesso portaoggetti sui tavoli o in cucina.

Tenere gli spazzolini scoperti troppo vicini

Abitudine cattiva

Gli spazzolini rappresentano un concentrato di batteri, come tutto il bagno: perciò essi vanno coperti con gli appositi “cappucci” e tenuti il più possibile l’uno lontano dall’altro, per evitare la trasmissione dei batteri stessi.

Non pulire le maniglie

Va pulita

Anche le maniglie delle porte, cassetti, ante e auto vanno puliti, per scongiurare l’influenza. Questa operazione dovrebbe essere compiuta addirittura più volte in un giorno oppure usare un disinfettante, se in casa c’è già qualcuno influenzato. Per questo bastano comunissimi spray all’amuchina.

Girare per casa con le scarpe

Scarpe sul pavimento

Per evitare di trasportare microrganismi nocivi, è decisamente meglio togliersi le scarpe, quando si entra in casa – in alcune culture si lasciano all’ingresso –. Ovviamente non possiamo farlo, quando abbiamo ospiti o siamo in casa di altri, ma se siamo da soli o con i nostri più stretti familiari, meglio tenerlo presente, soprattutto se abbiamo dei bambini piccoli che quindi hanno più “contatti” con il pavimento.

Mangiare sulla scrivania

Abitudine da perdere

Avreste mai detto che una scrivania, in ufficio o in casa, sia 100 volte più sporca del WC? Eppure è così, perciò è consigliabile mangiare altrove.

Usare lo smartphone in bagno

Abitudine da perdere

E’ altamente consigliabile non portarlo, perché l’apparecchio viene preso con le mani ed avvicinato alla bocca.

Addirittura, secondo uno studio, il 16% degli smatphone in bagno viene contaminato da batteri fecali, perciò lo si pulisca con alcol e si eviti di portarlo.

Non cambiare le lenzuola

Abitudine

Da ultimo, ma non per importanza, per rendere la vita difficile ai germi bisogna cambiare spesso le lenzuola. Infatti quando andiamo a letto, portiamo con noi i germi che ci hanno contaminati nel corso della giornata, facendo ovviamente un danno al nostro organismo, se non prendiamo precauzioni. Le lenzuola dovrebbero essere cambiate dopo una settimana o al massimo due e messe in lavatrice e in asciugatrice ad alte temperature.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche