×

Infrastrutture, Draghi: “Nominati 57 commissari per 57 opere”

Draghi rilancia le infrastrutture in Italia e annuncia la realizzazione di 57 opere pubbliche che verrano seguite da 29 commissari.

Infrastrutture Draghi commissari opere

Nel corso della sua ultima conferenza stampa, il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha annunciato il rilancio delle infrastrutture con lo sblocco di 57 opere pubbliche in Italia per un investimento complessivo stimato di circa 83 miliardi di euro. “Il ministro Giovannini ed io abbiamo nominato 57 commissari per 57 opere pubbliche – ha spiegato il Premier – opere che erano già finanziate e aspettavano di essere attuate”. Le opere in questione sono bloccate da tempo per ritardi legati alle fasi progettuali ed esecutive e alla complessità delle procedure amministrative.

Nello specifico si tratta di 16 infrastrutture ferroviarie, 14 stradali, 12 caserme per la pubblica sicurezza, 11 opere idriche, 3 infrastrutture portuali e una metropolitana. La spesa necessaria per realizzarle è così distribuita: 21,6 miliardi al Nord, 24,8 miliardi al Centro e 36,3 miliardi al Sud.

Infrastrutture Draghi commissari per 57 opere

Gli investimenti saranno così ripartiti in base alla tipogia di interventi: 60,8 miliardi nelle e infrastrutture ferroviarie, 10,9 miliardi in quelle stradali, 528 milioni per i presidi di pubblica sicurezza, 2,8 miliardi per le opere idriche, 1,7 miliardi per le infrastrutture portuali e 5,9 miliardi per la metropolitana.

Quanto ai Commissari, questi sono stati tutti scelti per il loro curriculum di alta professionalità tecnico-amministrativa. Tra i nomi c’è quello dell’amministratore delegato di Anas, Massimo Simonini, e dell’ex ad di Rete ferroviaria italiana Maurizio Gentile

I commissari

Questi i nomi dei commissari divisi per tipologia di opere:

  • Opere ferroviarie: Brescia – Verona – Vicenza Vincenzo Macello, Fortezza – Verona Paola Firmi, Cremona – Mantova Chiara De Gregorio, Venezia – Trieste, Vincenzo Macello, Orte – Falconara Vincenzo Macello, Roma – Pescara Vincenzo Macello, Genova – Ventimiglia Vincenzo Macello, Pontremolese Mariano Cocchetti, Anello ferroviario Roma Vera Fiorani, Pescara – Bari, Roberto Pagone, Napoli – Bari Roberto Pagone, Ferrandina – Matera – La Martella Vera Fiorani, Salerno – Reggio Calabria Vera Fiorani, Taranto – Metaponto – Lamezia Battipaglia Vera Fiorani, Palermo – Trapani Filippo Palazzo, Palermo – Catania – Messina Filippo Palazzo.

  • Infrastrutture stradali: SS45 Val Trebbia Aldo Castellari, SS20 Colle Tenda Nicola Prisco, E78 Grosseto – Fano Massimo Simonini, SS675 Umbro laziale Ilaria Maria Coppa, SS4 Salaria Fulvio Maria Saccodato, Collegamento Cisterna Valmontone Antonio Mallamo,  SS647, SS16, SS89 Vincenzo Marzi, SS369 SS212 Nicola Montesano, SS17 Antonio Marasco, SS106 Ionica Massimo Simonini, SS640 Raffaele Celia, Ragusa Catania Raffaele Celia.
  • Presidi di Pubblica Sicurezza: a Torino, Milano, Genova e Bologna Fabio Riva; a Roma Vittorio Rapisarda; a Napoli Giuseppe D’Addato; a Crotone, Reggio Calabria, Palermo e Catania Gianluca Ievolella.

  • Infrastruttre idriche: a Roma per l’acquedotto del Peschiera Massimo Sessa; In Sardegna Angelica Catalano per le dighe Maccheronis, Cambidanovu,Rio Olai, Rio Govossai, Rio Mannu di Pattada, Cantoniera sul Tirso, Monte Pranu, Monti Nieddu, Medua Aingiu; Ornella Segnalini per la Diga Pietrarossa tra Enna E Catania.
  • Infrastrutte portuali: per la Diga Foranea di Genova Paolo Signorini, per la Darsena Europa a Livorno Luciano Guerrieri, per il Porto di Palermo Pasqualino Monti.
  • Trasporto rapido di massa: per la linea C della Metropolitana di Roma Maurizio Gentile.
Contents.media
Ultima ora