Gli integratori alimentari e il loro ruolo nel sistema sanitario
Gli integratori alimentari e il loro ruolo nel sistema sanitario
Wellness

Gli integratori alimentari e il loro ruolo nel sistema sanitario

integratori

Le ultime ricerche hanno dimostrato che gli integratori alimentari sono fondamentali a supporto di una dieta corretta. Ecco come e quali usare correttamente


Secondo la direttiva europea 2002/46/CE del 10 Giugno 2002 gli integratori alimentari vengono definiti come prodotti alimentari destinati ad integrare la comune dieta, costituendo una fonte concentrata di sostanze nutritive, quali vitamine e minerali, o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico, sia monocomposti che pluricomposti.

Integratori alimentari

Negli ultimi tempi il loro consumo è aumentato notevolmente: solo in Italia un’indagine realizzata da GfK ha stabilito che circa 32 milioni di persone hanno fatto uso di integratori nell’ultimo anno. Bisogna tener ben presente tuttavia, che gli integratori alimentari non sono sostanze curative, ma aiutano a completare una normale dieta quando l’organismo ha un deficit di determinati elementi.

Ad esempio, i multivitaminici sono un valido aiuto in caso di carenze di vitamine, che possono essere dovute ad uno scarso apporto alimentare. I sali minerali compensano un’elevata perdita di sali, causata dal forte caldo, da forte sudorazione per eccessiva attività fisica o da forte stress.

Sintomi carenze

I primi sintomi in caso di carenza di vitamine, sono senso di stanchezza e spossatezza, ai quali si aggiungono nausea e aritmie in caso di carenza di sali minerali; per compensare tali carenze e, quindi, eliminarne i sintomi, uno degli integratori più usati è Supradyn. La vasta gamma dei suoi prodotti offre multivitaminici diversi, adatti ognuno per la carenza di specifiche vitamine ed è possibile, inoltre, acquistare Supradyn online.

Abuso

Comunque gli integratori alimentari non vanno assunti se il medico o il nutrizionista non ne accerta l’oggettiva necessità, poiché il loro uso improprio può portare a seri problemi alla salute. L’abuso di vitamine infatti, porta all’ipervitaminosi, mentre fare uso inappropriato di amminoacidi può alterare il metabolismo di organi vitali (si pensi all’affaticamento dei reni) e ancora, gli integratori energetici possono scatenare attività involontarie nel battito cardiaco, nella respirazione o nella digestione.

Gli integratori alimentari devono quindi essere assunti rispettando i limiti di sicurezza ben precisi (upper safe level) che seguono le indicazioni degli specialisti riguardo le dosi giornaliere raccomandate (RDA, Recommended Daily Allowance) e, inoltre, in nessun caso devono sostituire una dieta variegata ed equilibrata; non si può, quindi, pensare di poter fare a meno di determinati alimenti e di sostituirli con integratori.

Prevenzione

Messo in chiaro questo, l’uso degli integratori alimentari sta assumendo un ruolo fondamentale nel mondo sanitario odierno, alla luce di importanti cambiamenti nella vita dell’individuo, quali l’aumento dell’aspettativa di vita ( che arriverà ad 85 anni nel 2050), l’invecchiamento della popolazione (gli over 65, sempre nel 2050, saranno il 33% della popolazione) e l’aumento delle patologie croniche.

Per far fronte a questi problemi è necessario che il sistema sanitario si adoperi sempre di più affinché le patologie si possano prevenire più che curare, in quanto questo comporterà sia un grosso risparmio per le casse dello stato, sia una migliore condizione di vita per il cittadino.

Alla luce di ciò gli integratori assumono un ruolo importantissimo nella prevenzione primaria e agiscono positivamente nella riduzione dei fattori di rischio che sfociano nelle patologie croniche.

Anche la diciottesima convention nazionale di FederSalus, tenutasi a Roma lo scorso 22 Giugno, ha invitato ad usare gli integratori come mezzo di prevenzione volta a risparmiare sulle cure mediche e, con orgoglio, ha dichiarato che il mondo degli integratori impiega più di 100 mila addetti e che nell’ultimo anno ha registrato un considerevole aumento sia del fatturato che dei volumi di vendita.

I nostri consigli

Per finire, in questo paragrafo daremo dei consigli sui migliori integratori disponibili online e acquistabili con un semplice clic. Come detto in precedenza, è necessario che ci sia un reale bisogno di integrare l’alimentazione con il giusto integratore, per prevenire carenze o malattie gravi. Su Amazon sono disponibili una grande varietà di soluzioni, a seconda delle necessità.

Integratore Multivitaminico e multiminerale

Questo integratore fornisce ben 24 vitamine e minerali in un’unica compressa, permettendo di ricaricare le energie. La viitamina A per esempio, ha effetti benefici sulla vista, sulla pelle e sul sistema immunitario. Lo Zinco invece, stimola il metabolismo e la sintesi delle proteine.

© Riproduzione riservata

1 Commento su Gli integratori alimentari e il loro ruolo nel sistema sanitario

  1. Ho letto un articolo sulla ricerca di Supradin. Non tutto è così semplice come potrebbe sembrare a prima vista. Ci sono alcuni effetti collaterali che il produttore tace su …

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche