> > Farnesina: Alessia Piperno sta bene, ma nell'incendio della prigione a Tehera...

Farnesina: Alessia Piperno sta bene, ma nell'incendio della prigione a Teheran ci sono morti e feriti

Alessia-Piperno-teheran

È scoppiato un incendio nel carcere di Evin, a Teheran, in cui è detenuta la blogger italiana Alessia Piperno: ci sono morti e feriti, ma gli ultimi aggiornamenti della Farnesina rispetto alle condizioni della ragazza sono tranquillizzanti

Nel carcere di Evin, a Teheran, lo stesso in cui è detenuta la blogger italiana Alessia Piperno, è scoppiata nella giornata di ieri, sabato 15 ottobre, una pericolosa rivolta.

Dopo attimi di confusione, nel carcere ha iniziato a propagarsi un incendio: secondo le autorità ci sono morti e feriti. C’è stata fin da subito preoccupazione per le condizioni di salute di Piperno, imprigionata nella struttura, ma in merito ci sono fortunatamente aggiornamenti positivi.

Le condizioni di salute di Alessia Piperno: la nota della Farnesina

Il carcere di Evin è lo stesso in cui è attualmente detenuta Alessia Piperno, la blogger romana di 30 anni che è stata arrestata in Iran lo scorso 28 settembre.

La ragazza, fa sapere la Farnesina con una nota e dopo aver effettuato degli adeguati controlli, sta bene. Fortunatamente, Alessia non è detenuta nella stessa ala del carcere in cui sono divampate le fiamme.

Teheran, la rivolta e l’incendio nel carcere iraniano

Secondo qunato comnicato dalle autorità giudiziarie iraniane nel carcere di Evin ci sono stati quattro morti e sessantuno feriti tra i detenuti, dopo l’incendio scoppiato a seguito della rivolta di ieri.

Sarebbero, invece, circa 70 le persone tratte in salvo dai poliziotti.