×

Irpin, il sindaco è perseguitato dai russi: “Mi seguono per uccidermi”

La testimonianza del sindaco di Irpin, un uomo a cui i russi danno la caccia.

Irpin

I sindaci di molte città ucraine sono tra gli obiettivi principali della Russia per legittimare il proprio potere nelle città occupate. Tra questi vi è anche Oleksander Markushin, primo cittadino di Irpin.

I russi vogliono uccidere il sindaco di Irpin

Il racconto di Markushin è stato riportato dall’inviato in Ucraina del quotidiano la Repubblica.

Ai microfoni italiani, il sindaco di Irpin ha raccontato che i russi, più volte hanno provato a colpirlo per rapirlo e constringerlo a passare dalla loro parte. Markushin però non ha paura e per quanto gli riguarda “possono anche rapirmi o torturarmi: io un accordo con loro non lo firmerò mai“. Il sindaco di Irpin ha raccontato anche che la sua casa e il suo appartamento sono stati bombardati nello stesso giorno in cui i russi gli avevano proposto di collaborare con loro.

Collaborazione ovviamente rifiutata.

L’importanza dei sindaci in Ucraina

Dall’inizio del conflitto sono 14 i sindaci ucraini rapini dai militari russi. Ovviamente il tutto viene fatto sembrare un arresto, ma de facto resta un sequestro di persona. I primi cittadini vengono torturati se si rifiutano di collaborare. Il loro ruolo è molto importante, in quanto una loro collaborazione legittimerebbe il potere russo in alcune città ucraine. Markushin definisce i sindaci ucraini come “la nave ammiraglia”.

Il sindaco di Irpin preosgue nella sua definzione dei sindaci dicendo: “La sua comunità lo segue e lo ascolta sempre. Quindi mostrare al popolo che un sindaco si è piegato e sta dalla parte del nemico è il modo migliore per fiaccare lo spirito di quel territorio e conquistarlo“.

Contents.media
Ultima ora