×

Ucraina, sindaco di Melitopol rapito: “Ha rifiutato di collaborare con i russi, accusato di terrorismo”

In Ucraina, il sindaco di Melitopol Ivan Fedorov è stato sequestrato dai russi dopo aver rifiutato di collaborare con il nemico che ha assediato la città

sindaco di Melitopol
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v80), quality = 82

Il sindaco di Melitopol, Ivan Fedorov, è stato rapito da un gruppo di militari russi: l’uomo è stato accusato di terrorismo dopo aver rifiutato di collaborare con il nemico che attualmente ha preso il controllo della città ucraina.

Ucraina, sindaco di Melitopol sequestrato da un gruppo di 10 militari russi

Nel pomeriggio di venerdì 11 marzo, il sindaco di Melitopol, Ivan Fedorov, è stato rapito da un gruppo di dieci uomini russi. La notizia del rapimento, avvenuto nella città situata nella parte meridionale dell’Ucraina, è stata riferita dal consigliere del Ministero degli Affari Interni, Anton Gerashchenko. Sulla vicenda, stanno indagando le autorità ucraine.

In merito al sequestro del sindaco Fedorov, il consigliere Gerashchenko ha postato un messaggio su Telegram, denunciando quanto segue: “Durante il rapimento, gli hanno messo un sacchetto di plastica sulla testa.

Lo hanno prelevato nel centro di crisi della città, presso il quale si stava occupando di sostenere i cittadini”.

CNN verifica autenticità del video che ritrae il rapimento del sindaco di Melitopol

La città ucraina di Melitopol si trova al momento sotto il controllo delle truppe russe. In considerazione delle informazioni sinora diffuse dall’agenzia ucraina Unian, pare che il sindaco Fedorov si fosse rifiutato di collaborare con le forze di occupazione.

Il rifiuto era stato ribadito con la scelta di non ammainare la bandiera ucraina dal municipio cittadino.

Per quanto riguarda il rapimento di Fedorov, l’accaduto è stato confermato dalla CNN che ha verificato l’autenticità del video condiviso sul web che mostra il sindaco di Melitopl mentre viene scortato via da un edificio governativo da un gruppo di uomini armati.

Mosca: “Ha rifiutato di collaborare con i russi, accusato di terrorismo”

Le autorità russe hanno sequestrato il politico ucraino e lo hanno accusato di terrorismo e di finanziare e assistere attività terroristiche. Inoltre, è stato accusato di essere un membro di una comunità criminale.

Sinora, la detenzione del sindaco di Melitopol Igor Fedorov rappresenta il primo caso noto di un esponente politico ucraino che sia stato posto in detenzione e indagato dalle autorità russe dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina.

Contents.media
Ultima ora