> > L'Isis annuncia la morte del suo capo

L'Isis annuncia la morte del suo capo

Capo Isis

L'Isis annuncia la morte in battaglia del suo capo: secondo gli americani è stato ucciso dall'Esercito Siriano Libero

È morto il capo dell’Isis, in battaglia, «mentre stava combattendo i nemici di Allah» come comunica in un messaggio audio il portavoce dell’organizzazione terroristica Abu Omar al-Mohajer.

Si chiamava Abu al-Hasan al-Hashimi al-Qurashi il leader dei jihadisti nominato lo scorso marzo.

È stato ucciso dall’Esercito Siriano Libero

A ucciderlo sarebbe stata un’organizzazione ribelle – nota, appunto, come Esercito Siriano Libero –, avvicinatasi alla Turchia nel corso della guerra civile. A dichiararlo è il Centcom (comando militare statunitense in Medio Oriente): «Questa operazione è stata condotta a metà ottobre dall’Esercito Siriano Libero, nella provincia siriana di Dar’a».

Non sono stati diffusi altri dettagli sulla morte del capo terrorista. Si tratta di un colpo basso per l’Isis, che tuttavia ha già rimpiazzato Abu al-Hasan al-Hashimi con un nuovo capo.

Chi c’è adesso a capo dell’Isis?

È stato subito designato un altro leader, è Abu al-Hussein al-Husseini al-Qurashi (si tratta anche per lui di un nome fittizio, uno pseudomino, che cela la reale identità).

Quarto califfo dell’organizzazione dopo l’uccisione nel 2019 del fondatore, è stato nomitato successore simultaneamente alla diffusione della notizia della morte di Abu al-Hasan al-Hashimi. La scelta di agire così velocemente si è basata probabilmente sulla volontà di evitare spazi a possibili lotte di potere.