> > L'ottobre nero è arrivato, ecco tutti i trucchi per risparmiare sulle bollette

L'ottobre nero è arrivato, ecco tutti i trucchi per risparmiare sulle bollette

I trucchi per rendere le bollette meno salate

Da un giorno è scattato l’aumento del 59% delle tariffe della luce per i clienti del mercato tutela, ecco tutti i trucchi per risparmiare sulle bollette

L’ottobre nero è arrivato, ecco tutti i trucchi per risparmiare sulle bollette.

Da un giorno è scattato l’aumento del 59% delle tariffe della luce per i clienti del mercato tutelato. Un rincaro di oltre il doppio rispetto ai circa 30 che si pagavano nell’ottobre dello scorso anno e il quadruplo rispetto ai 16 dell’estate 2020. Ci sono perciò degli step e degli elettrodomestici su cui applicare stime e comportamenti precisi. A cominciare dal frigorifero. Se il nostro frigo non è della classe energetica più alta il suo consumo è altissimo: quasi 1 euro al giorno per stare acceso, cioè circa 30 euro al mese a contare che quando lo si apre spesso consuma di più, perciò apriamolo meno. 

I trucchi per risparmiare sulle bollette

E l’uso del forno? Quello costa fra 46 e 73 centesimi. Poi la lavatrice: farla funzionare per un’ora costa 53 centesimi, se di classe più alta ed 88 per i modelli che consumano di più: il trucco è usarla in fasce orarie “low” e quanto fosse possibile con acqua fredda e senza cicli dic entrifuga. Il Messaggero spiega che “un ciclo di lavastoviglie da 13 coperti può far spendere fra 55 e 88 centesimi, mentre tenere due ore accesa una tv led da 40 pollici costa fra 3 e 12 centesimi“. 

Il “cannibale” della bolletta: il phon

Nel primo caso tre volte a settimana armarsi di guanti e lavare a mano non guasta. Uno degli oggetti più  “voraci” è il phon. Asciugarsi i capelli dieci minuti con un modello da 2mila watt in bolletta pesa per 22 centesimi. Cinque minuti di tostapane acceso valgono invece 5 centesimi. La morale? Capelli frizionati ed asciugati velocemente con teli almeno una volta su due e magari nelle ore in cui i caloriferi sono accesi.

Poi “c’è l’aria condizionata”. E l’oggetto che ci permette di connetterci con il mondo? Il router del wi fi consuma circa 13 centesimi al giorno, una cinquantina di euro all’anno.