> > L'uomo che ha colpito il medico con l'accetta: "Abbiamo litigato e non ci ho ...

L'uomo che ha colpito il medico con l'accetta: "Abbiamo litigato e non ci ho visto più"

Giorgio Falcetto

Il 62enne ha ammesso di aver colpito il medico Giorgio Falcetto con un'accetta, dopo un litigio. Era stato curato da lui in passato.

L’uomo di 62 anni ha ammesso di aver colpito il medico Giorgio Falcetto con un’accetta, dopo un litigio.

Era stato curato da lui in passato, per cui era a conoscenza del fatto che fosse un chirurgo.

L’uomo che ha colpito il medico con l’accetta: “Abbiamo litigato e non ci ho visto più”

Gli investigatori avevano visto la sua auto parcheggiata a Rozzano e si sono appostati per riuscire a fermarlo. L’uomo di 62 anni che questa mattina, 13 dicembre, ha aggredito il dottor Giorgio Falcetto nel parcheggio del Policlinico San Donato, ha dovuto confessare.

“Ho urtato per sbaglio la sua auto parcheggiata. Lui è uscito e abbiamo iniziato a discutere. Poi non ci ho visto più e l’ho colpito con un’accetta che avevo in macchina” ha spiegato. Falcetto aveva appena finito il turno di notte, anche se era in pensione, perché lavorava come libero professionista al dipartimento di Chirurgia generale dell’Irccs del Policlinico. Durante l’interrogatorio, l’uomo, pregiudicato, ha raccontato di aver riconosciuto il medico.

Non so come si chiama, ma sapevo che fosse un medico perché ero stato visitato da lui in pronto soccorso in passato” ha dichiarato. 

Ci sono alcuni punti ancora da chiarire 

Il 62enne ha ammesso di aver colpito il medico con l’accetta che aveva in auto. Quell’arma poi l’ha gettata in un tombino, ma non è ancora stata trovata. Il chirurgo di 76 anni è stato operato in Neurochirurgia all’ospedale San Raffaele di Milano ed è ricoverato in terapia intensiva in coma farmacologico, in condizioni gravissime.

Il racconto dell’aggressore deve essere esaminato perché ci sono dei punti da chiarire. Non si è capito per quale motivo si trovava in quel parcheggio, visto che è interdetto al pubblico. Non sono state trovate visite in programma e non è mai stato registrato al pronto soccorso. Si cerca anche un eventuale legame tra i due, ma per il momento non è emerso nulla.