×

La Giornata mondiale dell’ambiente: perchè si celebra il 5 giugno

Il 5 giugno si celebra la Giornata mondiale dell'ambiente, istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite il 15 dicembre 1972.

Giornata mondiale dell'ambiente

Il 5 giugno è la Giornata mondiale dell’ambiente. La ricorrenza è stata proclamata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite e si concentra sulla salvaguardia e la valorizzazione dell’ambiente.

Giornata mondiale dell’ambiente, perché si celebra il 5 giugno?

La Giornata mondiale dell’ambiente fu istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 15 dicembre 1972, anno in cui iniziò a diffondersi la consapevolezza del ruolo centrale dell’uomo nella salvaguardia della Terra.

Dal 5 al 16 giugno di quell’anno si era tenuta infatti a Stoccolma la prima Conferenza delle Nazioni Unite sull’ambiente, durante la quale venne emessa la Dichiarazione di Stoccolma, in cui furono stilati 26 principi riguardanti i diritti e le responsabilità dell’uomo verso l’ambiente.

Come spiegato nell’introduzione, la Dichiarazione di Stoccolma nacque per il “bisogno di prospettive e principi comuni”, con l’obiettivo di “inspirare e guidare i popoli del mondo verso una conservazione e miglioramento dell’ambiente umano”.

La Giornata mondiale dell’ambiente venne celebrata per la prima volta nel 1974.

Giornata mondiale dell’ambiente, quali sono i maggiori problemi?

Inquinamento, desertificazione, sfruttamento delle risorse, sprechi alimentari, plastica nei mari e negli oceani, allevamenti e coltivazioni intensive sono solo alcuni dei problemi che hanno messo e stanno ancora mettendo a dura prova l’ambiente. La crisi ambientale è un fatto consolidato e le prospettive non sono affatto incoraggianti. Le conseguenze di questa situazione non riguardano solo la distruzione degli ecosistemi globali, ma comportano anche danni ingenti per la popolazione e l’economia mondiali, già particolarmenti sofferenti a causa della pandemia da Covid-19.

Giornata mondiale dell’ambiente, quali saranno le nuovi sfide?

I temi centrali della Giornata mondiale dell’ambiente 2021 sono l’ecosistema e la sua salvaguardia. Il 2021 dà infatti il via al Decennio per il ripristino dell’ecosistema, che si concluderà nel 2030, proclamato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite con l’obiettivo di agire sugli ecosistemi per riportarli al giusto equilibrio e a una corretta funzionalità. La parola chiave dei prossimi anni sarà quindi “sostenibilità”.

Rendere le città più sostebili, ridurre le emissioni inquinanti e sostituire la plastica con materiali ecologici: queste sono alcune delle sfide che diversi Paesi in tutto il mondo si preparano a fronteggiare. Il traguardo più ambito rimane però probabilmente mettere in atto politiche concentrate sull’integrazione tra beneficio economico, salute e ambiente, che investano sull’educazione alla salvaguardia e alla tutela dell’ambiente stesso. Una popolazione più consapevole e correttamente informata in relazione alle conseguenze del presente sul futuro è infatti il punto di partenza necessario a invertire un processo che si prospetta catastrofico.

Leggi anche: Allerta meteo in Italia nel weekend 5-6 giugno: le zone interessate

Contents.media
Ultima ora