×

La Scozia ci riprova e vuole un altro referendum per l’indipendenza

Ecco come farà la Scozia nel promuovere un altro referendum per l’indipendenza dal Regno Unito con una data già fissata al 19 ottobre del 2023

La premier scozzese Nicola Sturgeon

Otto anni dopo il primo esito negativo la Scozia ci riprova e vuole un altro referendum per l’indipendenza dal Regno Unito. I media spiegano che la premier locale Nicola Sturgeon ha lanciato l’iniziativa ma il primo ministro britannico Boris Johnson frena: “Non è il momento giusto”.

La data fissata per il secondo appuntamento degli scozzesi con la loro turbolenta storia di secessione potrebbe essere quella del 19 ottobre 2023

Nuovo referendum per l’indipendenza della Scozia

Sarebbe infatti la data per il referendum bis in ordine alla scissione della Scozia dal Regno Unito. Otto anni fa il paese avava già visto una consultazione elettorale referendaria far vincere il no ma Nicola Sturgeon, Primo Ministro del governo locale scozzese e leader dello Scottish National Party , non è certo tipa da resa facile.

Quale sarebbe la strada per il referendum bis? 

La via giuridica e quella elettorale

Si partirebbe con un tentativo di ricorso alla Corte Suprema di Londra. In questo modo il numero 10 di Downing Street guidato da Boris Johnson e lo stesso parlamento di Westminster dovrebbero fare i conti con un profilo di legittimità. E poi? Sarebbe la volta del tentativo d’urna “puro”, con un blitz alle prossime votazioni della Gran Bretagna e con il referendum come focus unico e centrale del programma.

Ma su cosa conta la Sturgeon per ribaltare l’esito della consultazione di otto anni fa? Sull’effetto Brexit.

Contents.media
Ultima ora