×
Home > Lifestyle > La storia di Solo, il cane rapito dalle scimmie
17/01/2011 | di Marzia Maggi

La storia di Solo, il cane rapito dalle scimmie

Solo è un dolcissimo cucciolo di cane di due mesi che vive a Giuba in Sud Sudan, un paese dalle difficilissime condizioni di vita non solo per gli animali, ma soprattutto per gli umani (un bambino su 7 muore prima dei 5 anni). Solo è stato rapito alla madre da alcune scimmie quando aveva solo poche settimane di vita. In Sud Sudan non è un evento molto raro: le scimmie rosse rubano i cagnolini e li portano con sé sugli alberi; li prendono per dei loro piccoli e li adottano, ma spesso i poveri cuccioli finiscono per morire cadendo dagli alberi. Quando Solo è stato avvistato, aveva pochi giorni di vita e veniva portato in giro per la città di Giuba da una scimmia.

Alcuni ragazzi di un resort, l’Acacia Village, si sono accorti del cagnolino e hanno cominciato a rincorrere la scimmia che, spaventata, ha abbandonato il cucciolo. La manager del resort, Nicky, si è subito presa cura di Solo. La signora di origini inglese è una esperta nel soccorso di animali e proprio recentemente si stava occupando anche di due antilopi e di uno scimpanzé di nome Koho, che era stato abbandonato da alcuni uomini che lo avevano rubato alla madre per tenerlo come animale da compagnia. Ora Solo vive coccolato non solo da Nicky, ma anche dallo scimpanzé Koho e dalle due antilopi che scorazzano nel giardino del resort.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche