×

La toccante lettera del fratello a Chiara, uccisa dal covid un anno fa a 46 anni

La toccante lettera del fratello a Chiara, uccisa dal covid un anno fa: Antonio D'Aiello ha utilizzato la sua pagina Facebook per uno struggente post

La povera Chiara D'Aiello

Sulla sua pagina Facebook è comparsa la toccante lettera del fratello a Chiara D’Aiello, uccisa dal covid un anno fa a 46 anni a Maddaloni, in provincia di Caserta. Antonio ha voluto ricordare la persona a cui era più legato in assoluto con uno scritto struggente e lo ha fatto in occasione delle messa in suffragio della sorella che si terrà il 15 dicembre presso la Parrocchia di Santa Maria Madre della Chiesa in via Napoli. 

Lettera a Chiara, uccisa dal Covid: quando a cercare le parole è un fratello le parole sono giuste

Ecco alcuni frames di quello scritto che dimostra inequivocabilmente come morire signifchi soprattutto privarsi dell’amore di persone speciali come Antonio e come a volte i social siano veicolo di tenerezza condivisa: “È trascorso un anno da quella fredda telefonata in cui mi comunicarono che non eri più tra noi. E che non avrei rivisto più i tuoi splendidi occhi, che ricordavano il colore del mare della nostra adorata Ischia. Ricordo solo l’incredulità, il tremore alle gambe, la sensazione di smarrimento e il profondo dolore, mentre ancora tenevo il cellulare accostato all’orecchio, una fitta come se mi avessero strappato con violenza un pezzo di cuore dal petto”. 

Antonio e l’ultima “sorpresa” a Chiara, uccisa dal Covid: una lettera per ricordarla

Poi Antonio spiega: “Oggi mi ritrovo qui a scriverti queste poche righe, perché so quanto adoravi le sorprese e questi piccoli gesti eclatanti. Avrei voluto farlo in altre circostanze, magari per festeggiare i tuoi 50 anni o i tuoi 25 anni di matrimonio e invece questo maledetto virus ti ha portata via a soli 46 anni, nel pieno della tua vita, distruggendo i tuoi progetti ma soprattutto la serenità di due famiglie, gettando tutti noi nello sconforto”.

Il fratello di Chiara fa un bilancio di quello che la morte di Chiara gli ha strappato via dal petto: “Io ho perso tantissimo, ho perso la mia sorellona, quella che si preoccupava per me, quella che mi includeva in ogni cosa, che mi voleva presente nella sua vita e nella sua famiglia”. 

“Sarai sempre nelle nostre lacrime”: la struggente lettera di suo fratello a Chiara, uccisa dal Covid

“Sin da piccoli hai sempre avuto un atteggiamento protettivo, ma al contempo ci tenevi al mio parere, ai miei consigli. Dicevi che ero capace di cavarmela in tutte le situazioni, Chiara non sai quanto ti sbagliavi perché proprio adesso non so che fare per placare almeno pochino questo dolore lancinante e la tua mancanza”. Poi la chiosa dolcissima che solo chi ha il tuo stesso sangue può tradurre in parole: “Sei sempre e per sempre parte di me, sarai nelle nostre lacrime ma anche nei nostri sorrisi, vivrai della mia vita, perché sei scolpita nel mio cuore”.

Contents.media
Ultima ora