Le 4 fasi nella costruzione della Muraglia Cinese - Notizie.it
Le 4 fasi nella costruzione della Muraglia Cinese
Guide

Le 4 fasi nella costruzione della Muraglia Cinese

Anche se non possiamo vederla dalla luna, come la leggenda vorrebbe farci credere, la Grande Muraglia cinese rimane una delle meraviglie del mondo.

Essa è infatti annoverata nella lista delle Sette Meraviglie del Medioevo. Questo massiccio muro è lungo oltre 21.196 km, e costruito attraverso il passaggio di molte dinastie successiva l’una all’altra, in diversi secoli.

La Grande Muraglia ha anche dimostrato di essere un’ assassina, stroncando le vite di 2-3.000.000 di lavoratori cinesi durante il suo processo di costruzione.

La Grande Muraglia è in realtà formata da quattro mura, collegate insieme per creare un unico grande muro. Quattro diverse dinastie si succedettero, ognuna delle quali si è occupata di una parte della costruzione di questa incredibile struttura. Queste dinastie sono:

• Dinastia Qin (221-207 aC)
• Dinastia Han (205-127 aC)
• Dinastia Jin (1200 dC)
• Dinastia Ming (1367-1644)

La dinastia Qin – L’inizio:

Dopo aver finalmente portato la Cina in uno stato unificato, Qin Shi Huangdi decise di costruire un muro per fermare i raid di Xiongnu.

I lavori iniziarono nel 214 a.c, e questa fase durò per 32 anni. Un milione di cinesi alla fine furono uccisi durante la costruzione di questa prima parte della Grande Muraglia.

La dinastia Han – Progressi:

La dinastia Han continuava a combattere i predoni venuti dal Nord ancora settant’anni dopo. Il muro aveva cominciato a cadere a pezzi e cominciava a deteriorarsi in certi luoghi, rendendo più facile l’attraversamento del muro. Nel 130 a.c, fu dato l’ordine di ricostruire il primo muro, e fortificarlo. Quando questa fase fu completata, il muro venne poi esteso verso sud attraverso il Corridoio Hexi.

La dinastia Jin – Non abbastanza forte:

La dinastia Han non durò molto, come molte altre dinastie più tarde che andavano e venivano. Nel 1115, quando la dinastia Jin si stabilì, il lavoro sulla Grande Muraglia venne ripreso. L’imperatore Jin ordinò che una terza sezione del muro fosse costruita, tentando di tenere i mongoli fuori dal regno.

Questo muro fu dotato di imponenti fortificazioni che comprendevano fossati che correvano lungo tutta la lunghezza del muro. Anche con tali fortificazioni, i mongoli alla fine riuscirono a farsi strada prendendo il sopravvento. Il muro cadde così in un profondo degrado, che permise ad una nuova dinastia di insinuarsi in modo facile e prendere in consegna nelle proprie mani la Cina.

La dinastia Ming – Saldamente fortificato:

Questa nuova dinastia fu la dinastia Ming, essi erano determinati a liberare il loro regno dai Mongoli. Per questo si riprese la costruzione della quarta fase del muro per assicurare che i mongoli sarebbero rimasti per sempre fuori. Rinforzi, così come guarnigioni e fortezze furono edificate. I mongoli vennero tenuti fuori di volta in volta nei loro attacchi, tentativo dopo tentativo. Oltre un milione di uomini vennero usati al tempo per proteggere il muro.

Oggi, la Grande Muraglia cinese è visitata costantemente dai viaggiatori di tutto il mondo.

Alcune delle parti più importanti del muro sono:

Il “Passaggio a Nord” conosciuta come la “Badaling”.
Le Sezioni della porzione Ming della Grande Muraglia dove si salgono i pendii più ripidi. Questa porzione del muro è di oltre 25 metri di altezza e larga 16 metri.
Sezione Sud Est (di Jin) porzione del muro dove si trova il Mutianyu Great Wall.

Questa grande meraviglia ha ormai più di 2000 anni e il deterioramento in alcuni luoghi è presente. E’ un capolavoro storico e magnifico, creato dalle mani di molti, ed a spese di tanti cinesi.

Cominciando semplicemente come un progetto di costruzione per proteggere il suo popolo, ora si pone come un punto di riferimento che simboleggerà per sempre la grandezza della Cina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*