> > Lidl dovrà “distruggere” i suoi coniglietti di cioccolato, sono simili a...

Lidl dovrà “distruggere” i suoi coniglietti di cioccolato, sono simili a quelli Lindt

I due tipi di coniglietto comparati

La querelle giudiziaria andava avanti da un anno su un marchio depositato ed ora la Lidl dovrà “distruggere” tutti i suoi coniglietti di cioccolato

Lidl dovrà “distruggere” i suoi coniglietti di cioccolato perché sono simili a quelli Lindt ed il Tribunale Federale svizzero ingiunge alla società della Germania di sanare quella somiglianza.

Il sunto è che i coniglietti di cioccolato Lidl non saranno più commercializzati in punto di diritto, la loro somiglianza con quelli Lindt è troppo evidente e gli omologhi vanno protetti nella loro specificità delineata. Ecco perché, come spiega Fanpage, “gli animaletti avvolti nella carta stagnola prodotti dalla Lindt & Spruengli meritano di essere protetti contro le imitazioni”. 

Lidl dovrà “distruggere” i suoi coniglietti 

E di fatto quelli della Ldl sono delle imitazioni, quindi è stato ingiunto al discount tedesco  di interrompere la vendita della sua versione e di “distruggere tutte le scorte rimanenti”.

La querelle giudiziaria andava avanti da un anno e vedeva l’azienda tedesca citata in giudizio per  “violazione del marchio”

“Protezione del marchio contro la concorrenza”

Ecco uno stralcio del pronunciamento: “Il coniglio di cioccolato di Lindt & Sprüngli avvolto in un foglio di alluminio (dorato o in un altro colore) può rivendicare la protezione del marchio contro il prodotto concorrente di Lidl”. Ergo, per la corte, “Lidl non può più vendere il suo coniglio a causa del rischio di confusione”.

Ed era stato proprio un sondaggio dell’azienda elvetica a “dimostrare” che c’era un rischio oggettivo per i consumatori dei punti vendita di fare confusione su  due prodotti uno dei quali dal 2001 ha un marchio legalmente tutelato.