> > Maxi rissa tra parenti: 16 denunce a Catania

Maxi rissa tra parenti: 16 denunce a Catania

Rissa tra parenti

25 persone sono state coinvolte nella rissa. Alla base della lite, la confessione di una ragazza al fidanzato delle passate molestie dello zio.

Maxi rissa tra parenti a Biancavilla, in provincia di Catania, dopo che una ragazza di 22 anni ha rivelato al fidanzato che lo zio la molestava quando aveva 12 anni.

Alla base della rissa tra parenti, la confessione della 22enne

Secondo le prime ricostruzioni, dopo la confessione della fidanzata, il ragazzo è andato a casa dello zio della 22enne e lo ha picchiato. L’uomo, dopo l’aggressione, ha coinvolto alcuni familiari per una vera spedizione punitiva, con tanto di mazze da baseball e bastoni, nell’abitazione del giovane, nei pressi dell’ospedale di Biancavilla.

In totale, 25 persone sono state coinvolte nella rissa.

Tra queste anche tre minori, uno dei quali di soli 9 anni. Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso il loro impegno attivo nella vicenda.

16 le denunce totali

Gli addetti alla vigilanza del pronto soccorso, preoccupati dopo aver visto le mazze da baseball e i bastoni, hanno richiesto l’intervento dei militari. Quando questi ultimi sono arrivati sul posto, c’erano già alcuni feriti. Anche diverse auto parcheggiate nei pressi dell’ospedale sono state danneggiate.

Dopo aver bloccato la rissa, i Carabinieri hanno interrogato alcuni dei partecipanti per capire il motivo della lite e scoperto che le persone coinvolte fanno parte dello stesso gruppo familiare e che alla base della rissa c’era proprio la rivelazione della 22enne.

16 persone sono state denunciate, tra cui i minori coinvolti, per rissa aggravata, lesioni personali, minacce gravi e danneggiamento.

Leggi anche: Pistoia, Leonardo Michelozzi muore a 22 anni in un gravissimo incidente

Leggi anche: Rieti, il sindaco è stato rimproverato dalla moglie su Facebook: post rimosso