> > Monguzzo, trovata piantagione con 3000 piante di marijuana, pusher armati

Monguzzo, trovata piantagione con 3000 piante di marijuana, pusher armati

marijuana

I carabinieri hanno scoperto una coltivazione di piante di marijuana: i pusher sono stati arrestati.

I carabinieri della compagnia di Seregno hanno scoperto e sequestrato all’interno di un capannone 3000 piante di marijuana.

La piantagione, sul mercato dello spaccio, avrebbe avuto un valore di oltre un milione 400mila euro. Arrestati due pusher trovati armati di pistola con silenziatore. L’episodio è accaduto a Monguzzo (Como) sulla Statale 36. Qui ai militari era stata segnalata la presenza di un laboratorio clandestino con dei lavoratori in nero. I carabinieri hanno forzato l’ingresso con un flessibile e hanno così scoperto una coltivazione di canapa indiana. Metà delle piante era in procinto di essere trasformata in 200 Kg di marijuana destinata allo spaccio.

Altre 1.700 piante erano pronte per sostituirle. 

Scoperte 3000 piante di marijuana: arrestati 2 pusher albanesi

Come informa La Provincia di Como, i pusher arrestati sono due uomini albanesi di 25 e 36 anni. I carabinieri li hanno trovati all’interno di una sorta di dependance ricavata dal capannone. Accanto a uno di loro vi era una pistola con matricola abrasa e silenziatore. Dopo l’arresto, i due spacciatori sono stati portati nel carcere di Como

Come era stato allestito il capannone?

Erbanotizie.com spiega che il capannone era allestito minuziosamente per la coltivazione e la lavorazione di canapa indiana illegale. Vi erano presenti 100 lampade riscaldanti, 40 ventilatori e condizionatori industriali di grandi dimensioni. L’intera struttura è ora sotto sequestro.