> > Omicidio Boiocchi, individuati i responsabili del deflusso "forzato" da San Siro

Omicidio Boiocchi, individuati i responsabili del deflusso "forzato" da San Siro

Gli spalti di San Sito "sgomberati" dopo le notizia dell'uccisione del capo ultras

Omicidio Boiocchi, individuati i responsabili del deflusso, dall'esito dell'indagine potrebbe scaturire anche l’emissione di provvedimenti di Daspo

Per l’omicidio di Vittorio Boiocchi sarebbero stati individuati i responsabili del deflusso “forzato” da San Siro, con la Digos di Milano che ha identificato alcuni ultras responsabili dei fatti sul secondo anello Verde durante l’intervallo di Inter-Sampdoria.

Quell’ingiunzione sarebbe stata una sorta di “omaggio” al leader della Curva Nord Vittorio Boiocchi, che poco prima era stato freddato a colpi di pistola in un agguato sotto casa. 

Boiocchi, individuati i responsabili del deflusso 

La notizia è stata confermata da una nota della questura del capoluogo lombardo. E ci sarebbero ulteriori elementi per cui dall’analisi delle telecamere di sorveglianza dell’impianto è stata isolata la posizione di un altro ultrà. Costui sarebbe responsabile “di aver usato violenza verso un tifoso che esitava a lasciare lo stadio”.

In corso ci sono altri approfondimenti e riguarderebbero le dichiarazioni di ulteriori due persone che hanno “contattato il 112 per lamentare, un’ora circa dopo i fatti, di essere stati allontanati dagli spalti”. 

L’informativa alla Procura e i Daspo in arrivo

La Digos sta anche cercando di rintracciare alcuni degli autori delle segnalazioni sui social ma in merito non sono state depositate querele di parte. Da via Fatebenefratelli fanno sapere che l’esito delle indagini-bis è parte di una informativa che è stata trasmessa alla Procura e che da essa potrebbe scaturire anche l’emissione di provvedimenti Daspo.