×

Omicidio Sarah Scazzi, Michele Misseri prosciolto dal reato di calunnia verso l’ex legale

Michele Misseri è stato prosciolto dal reato di calunnia nei confronti del suo ex legale: l'accusa è caduta in prescrizione e non si può più procedere.

michele misseri prosciolto calunnia

Condannato per soppressione di cadavere nell’ambito del processo seguito all’omicidio di Sarah Scazzi, Michele Misseri è stato prosciolto dall’accusa di calunnia nei confronti del suo ex legale e della sua ex consulente di parte che l’uomo aveva accusato di averlo pressato per addebitare l’uccisione della nipote alla figlia Sabrina.

Il giudice ha dichiarato che non si procederà per l’intervenuta prescrizione del reato.

Michele Misseri prosciolto dal reato di calunnia

L’udienza del processo che vedeva imputato Misseri ha avuto luogo venerdì 5 novembre 2021 presso il Tribunale di Lecce. Qui il giudice ha reso noto che, essendo il reato prescritto, non si procederà più e la causa sarà trasferita, per quel che attiene il profilo risarcitorio, in sede civile.

Il reato ipotizzato nei confronti dell’uomo era quello di calunnia nei confronti del suo ex avvocato Daniele Galoppa e della sua ex consulente di parte rei, secondo lo zio di Sarah, di aver esercitato pressioni affinché lo stesso incolpasse dell’omicidio la figlia Sabina. Misseri ha seguito l’udienza in video conferenza dal carcere dove è detenuto.

Michele Misseri prosciolto dal reato di calunnia: potrebbe tornare a casa

Intanto il suo nuovo legale, l’avvocato Ennio Blasi, ha annunciato che entro fine anno chiederà al magistrato di sorveglianza che il suo assistito possa scontare la restante parte della pena a casa.

Condannato a otto anni di reclusione, grazie agli sconti di pena (45 giorni ogni semestre di detenzione) potrebbe tornare libero già il 15 novembre 2024.

Contents.media
Ultima ora