×

Omicidio-suicidio a Prato, scoperto il movente: dietro la tragedia ci sarebbero problemi economici

Flaminio Nucci avrebbe ucciso la moglie Fiorella per problemi economici. L'uomo era scosso per un incendio avvenuto nel suo garage, con gravi danni.

Sull'omicidio di Primavalle indagano Carabinieri e Polizia

Flaminio Nucci avrebbe ucciso la moglie Fiorella per problemi economici. L’uomo era scosso per un incendio avvenuto nel suo garage, con gravi danni, e per questo era molto turbato e preoccupato.

Omicidio-suicidio a Prato, scoperto il movente: dietro la tragedia ci sarebbero problemi economici

Quasi tutti i condomini del condominio di via Filzi 53 erano a casa quando è avvenuta la tragedia, ma nessuno si è accorto di nulla. Flaminio Nucci, di 72 anni, ha ucciso la moglie Fiorella Totti, di 76 anni, e poi si è tolto la vita. Nessuno ha sentito i colpi di fucile sparati nell’appartamento. “Ci siamo accorti di cosa fosse successo soltanto quando sono arrivati i carabinieri nella giornata di domenica” ha spiegato una vicina di casa.

Tutti conoscevano la coppia che tanti anni fa si era trasferita a Prato dal Bolognese. L’amministratore Giulio Filippelli sta cercando di dare informazioni agli inquirenti. Il movente potrebbe essere associato a problemi economici.

Omicidio-suicidio a Prato, scoperto il movente: Nucci era provato per un incendio nel suo garage

Secondo l’amministratore del condominio, Flaminio Nucci era rimasto molto provato e sconvolto a causa di un incendio esploso nel suo garage lo scorso marzo.

Il rogo aveva provocato diversi danni al condominio ed erano state avviate tutte le pratiche per risarcire i sinistri presso le società assicurative coinvolte. Erano già stati nominati i periti e si stavano quantificando i danni e i risarcimenti. “Sono molto amareggiato per quanto successo perché è proprio come se fossero miei familiari” ha spiegato Filippelli.

Omicidio-suicidio a Prato, scoperto il movente: la dinamica

Flaminio Nucci, meccanico in pensione con la passione per la caccia, deteneva legalmente il fucile che ha usato per uccidere la moglie e in seguito se stesso.

I carabinieri non hanno trovato nessun biglietto per spiegare il gesto. Il giorno della tragedia nessun inquilino ha sentito qualcosa di strano. Nessuno, quindi, ha immaginato quanto fosse accaduto fino a quando i familiari della coppia hanno avvertito le forze dell’ordine.

Rettifica

Nella precedente versione di questo articolo l’immagine di copertina ritraeva erroneamente due soggetti non coinvolti nella vicenda narrata. La redazione, scusandosi per l’errore, ha prontamente provveduto a modificare e rettificare non appena a conoscenza dell’equivoco.

Contents.media
Ultima ora