×

Paralimpiadi Tokyo: segnalato il primo caso di Covid nel villaggio olimpico

Cresce la preoccupazione per le Paralimpiadi a Tokyo dopo il primo caso di Covid nel villaggio paralimpico. I numeri della pandemia in Giappone.

Tokyo 2020

Il villaggio paralimpico di Tokyo ha segnalato il suo primo caso di Covid-19 pochi giorni prima dell’apertura della XVI edizione dei Giochi paralimpici estivi, che si disputano successivamente alle Olimpiadi.

Paralimpiadi Tokyo: segnalato il primo caso di Covid nel villaggio olimpico. Chi è il primo caso di Covid-19 nel villaggio paralimpico

Fortunatamente, tra gli atleti nessuno di essi è risultato ancora positivo al Covid-19. Il primo caso di Covid-19 nel villaggio paralimpico è infatti un membro del personale, tra l’altro non giapponese. Non solo il villaggio paralimpico, anche nei vari centri di allenamento sparsi per il Giappone si sono registrati casi di Covid-19 tra gli addetti ai lavori e il personale dei Giochi paralimpici. Dal 17 agosto, data di apertura del villaggio paralimpico, si sono già contati 74 positivi al Covid-19, tutti nei centri di allenamento e oggi, 19 agosto 2021, purtroppo anche nel villaggio paralimpico.

Paralimpiadi Tokyo: segnalato il primo caso di Covid nel villaggio olimpico. Paralimpiadi da rimandare?

Per le Paralimpiadi si teme tanto quanto si è temuto per le Olimpiadi, ma questo non spaventa gli organizzatori, che non cambieranno di una virgola il loro piano d’azione, lasciando invariate la data di apertura e la data di chiusura delle Paralimpiadi e inoltre, resteranni sempre chiuse le strutture al pubblico, sia quelle indoor che outdoor.

Salvo altre comunicazioni o eventi straordinari, i 44.000 atleti provenienti da 160 Nazioni, inizieranno a gareggiare il 24 agosto 2021 e termineranno il 5 settembre 2021. 

Paralimpiadi Tokyo: segnalato il primo caso di Covid nel villaggio olimpico. La situazione in Giappone

Il Giappone, dall’inizio della pandemia di coronavirus, sta vivendo adesso il suo periodo più critico. Mercoledì, 18 agosto 2021, sono stati registrati 23.917 nuovi casi positivi in tutto lo Stato e, solo nela città di Tokyo 5.386 nuovi casi positivi.

Lo stato d’emergenza, che sarebbe dovuto terminare il 31 agosto, vista la situazione attuale è stato prolungato a data da stabilirsi, per cercare di arginare la diffusione della variante delta. Sul fronte vaccini, in Giappone, il 50% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino, solo il 33% ha però completato l’intero ciclo vaccinale. Continuano ad aumentare i ricoveri in terapia intensiva e le infezioni gravi.

Contents.media
Ultima ora