×

Parmitano: possibile prevenire impatto asteroidi sulla Terra

Roma, (askanews) – “Se i dinosauri 250 milioni di anni fa avessero avuto un’agenzia spaziale oggi sarebbero qui al posto mio, perché l’estinzione di massa causata dall’impatto di un asteroide oggi è forse prevenibile proprio grazie ai nostri sforzi, agli sforzi degli scienziati e dei tecnici che hanno ideato e lanciato la missione DART, LCIACube ed Hera che hanno temoistiche diverse. Innanzitutto ci avvicineremo a questo sistema binario di asteroidi con DART e LICIACube.

DART impatterà un asteroide a 11 milioni di km di distanza per cercare di deviare il più piccolo dei due e modificare la sua orbita intorno all’altro. Quindi LICIACube farà foto e misurazioni dell’evento e, a seguire, la sonda HERA andrà a volare intorno a questo sistema binario per misurare l’effetto dell’impatto. L’idea è che arrivando a 11 milioni di km di distanza con velocità cosmiche un piccolo impatto come quello di DART riesca a creare una divergenza talmente grande da modificare l’orbita.

Così come in futuro, nel caso in cui riuscissimo a vedere un asteroide che ha una rotta di impatto con il nostro pianeta, modificando di pochissimo l’orbita saremmo in grado di salvare il pianeta, salvare l’umanità, salvare tutto il sistema planetario da una nuova estinzione di massa”.

Così l’astronauta dell’Esa Luca Parmitano ad askanews a mergine dell’evento organizzato dall’ASI per il lancio della missione di difesa planetaria DART che porta con sé il satellite italiano LICIACube. Parmitano ha ricordato il ruolo della prossima missione di difesa planetaria dell’Esa HERA, che nel 2026 raggiungerà lo stesso sistema binario di asteroidi per misurare l’effetto che l’impatto di DART avrà avuto su Dimorphos.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora