×

Pesaro, morto per annegamento Alberto Andreani: ex pm onorario e docente

Tragedia nella mattinata del 18 agosto 2021 a Pesaro, qui Alberto Andreani, ex pm onorario e docente universitario, è morto per annegamento a 71 anni

Pesaro, morto Alberto Andreani

Una nuova tragedia in mare si è consumata nella mattinata di mercoledì 18 agosto 2021, questa volta la vittima è Alberto Andreani, morto per annegamento all’età di 71 anni, nei pressi della nota spiaggia antistante i Bagni Ridolfi, a Pesaro. L’uomo era un consulente di antinfortunistica, docente universitario ad Urbino e giudice onorario del Tribunale di Pesaro.

Morto Alberto Andreani

Erano circa le ore 12:30 della mattinata del 18 agosto 2021, quando in una spiaggia particolarmente affollata, ma priva di molte persone in acqua a causa del mare mosso, i bagnini di Ponente, nel tratto di spiaggia antistante i noti Bagni Ridolfi, hanno visto un corpo che galleggiava a circa cinquanta metri di distanza dalla riva, era quello di Alberto Andreani.

Morto Alberto Andreani, i tentativi di salvataggio

Dopo aver visto un corpo galleggiante tra le acque del mare di Pesaro, uno dei bagnini si è prontamente tuffato per raggiungere l’uomo avvistato in lontananza e accertarsi delle sue condizioni di salute, avendo compreso che si trattasse di una situazione di potenziale pericolo.

Assieme a Luca Pasquinelli, si tuffano anche gli altri colleghi bagnini, tutti corrono verso l’uomo rimasto a galla, inerme, ossia Alberto Andreani. Tutti insieme, coadivuati anche dal sostegno della Capitaneria di Porto, riescono a portare l’uomo a riva, nel disperato tentativo di rianimarlo, ma tutto è inutile, nessun tentativo di rianimazione va a buon fine, Alberto Andreani muore per annegamento.

Morto Alberto Andreani: le parole dei testimoni 

Sul luogo dove si è verificata l’immane tragedia della morte di Alberto Andreani, conosciuto e stimato ex pm onorario, docente universitario e consulente, quella mattina del 18 agosto 2021 erano presenti numerosi testimoni che hanno assistito al tentativo di salvarlo e alla triste notizia della sua scomparsa.

Ecco quanto dichiarato da Alessandro Vichi, coordinatore della zona per i bagnini di salvataggio, in merito alla vicenda, secondo quanto riportato da Il Resto Del Carlino:

“Abbiamo fatto quello che dovevamo e potevano, le condizioni del mare erano proibitive, ma l’azione dei ragazzi è stata esemplare”.

Luca Pasquinelli, il bagnino che si è tuffato per primo per soccorrere Andreani e che insieme all’aiuto degli altri è riuscito a portarlo a riva, ha preferito invece non rilasciare dichiarazioni, fortemente provato dall’accaduto, l’uomo ha semplicemente detto che il suo tentativo di salvare Andreani è stato vano. 

Contents.media
Ultima ora