×

Peste suina a Roma, cosa prevede l’ordinanza di Costa per l’abbattimento dei cinghiali?

L'ordinanza del sottosegretario Costa sulla peste suina a Roma: “Dobbiamo mettere in atto tutte le misure che ci permettono di contenere il virus"

Al centro, il sottosegretario Costa

Casi di peste suina a Roma e situazione emergenziale in almeno altre due regioni, ecco cosa prevede l’ordinanza del sottosegretario alla Salute Andrea Costa per l’abbattimento dei cinghiali. Per la Capitale sarà istituita una zona rossa con restrizioni specifiche sulle attività da svolgere per preservare il comparto suinicolo.

In termini più generali e come spiegato dal membo del governo Draghi a a Tg2 Italia è in arrivo “un piano di eradicazione del virus della peste suina africana, condiviso con la Regione Liguria e l’Ispra, che prevederà anche l’abbattimento selettivo di alcuni capi di cinghiali”. 

Peste suina, l’ordinanza di Costa

Il vice di Roberto Speranza ha  spiegato anche che entro massimo domani, martedì 17 maggio, è in arrivo la firma su “un’ordinanza del commissario straordinario che istituirà la zona rossa di Roma e regolamenterà le restrizioni e le attività che si potranno svolgere all’interno dell’area”.

Costa ha voluto specificare che la peste suina non rappresenta un rischio per la salute dell’uomo o degli animali domestici perché colpisce solo i suidi. 

“Contenere il virus, economia a rischio”

“Tuttavia dobbiamo mettere in atto tutte le misure che ci permettono di contenere il virus, perché mette a rischio un comparto economico particolarmente importante per il nostro Paese, quello suinicolo, che fattura oltre sette miliardi”. E sulle due regioni al nord? “Per quanto riguarda Liguria e Piemonte credo che già questa settimana inizieranno le operazioni per la messa a terra delle recinzioni per contenere il virus”. 

Contents.media
Ultima ora