×

Pnrr, Cdm approva all’unanimità il decreto: incluse misure anti-evasione

Il Cdm ha approvato all’unanimità il decreto legge Pnrr 2: il provvedimento include anche alcune misure volte a combattere l’evasione fiscale in Italia.

pnrr cdm

Il Cdm ha approvato all’unanimità il decreto legge Pnrr 2: il provvedimento include anche alcune misure volte a combattere l’evasione fiscale in Italia.

Pnrr, Cdm approva all’unanimità il decreto: la nota di Palazzo Chigi

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 13 aprile, il Consiglio dei ministri riunito a Palazzo Chigi ha approvato all’unanimità il cosiddetto decreto Pnrr 2.

L’incontro, che era stato convocato per le 17:00, ha avuto una durata di circa due ore e mezzo e ha dato il via libera al provvedimento con il quale sarà possibile snellire alcune delle procedure relative all’attuazione del Recovery plan, incluse le nuove norme anti-evasione.

A quanto si apprende, la misura si è rivelata indispensabile in quanto il testo presentava problemi tecnici e “non politici”, come riferito da una fonte governativa che ha partecipato alla riunione

Al termine dell’incontro del Cdm, Palazzo Chigi ha diramato una nota ufficiale con la quale ha riportato quanto segue: “Il decreto legge introduce ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il testo mira all’accelerazione del raggiungimento di specifici obiettivi del Pnrr”.

Incluse misure anti-evasione: Pos e sanzioni

Con l’approvazione del decreto Pnrr 2 e l’adozione di misure per snellire le procedure per la messa a terra dei 45 target previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, è stato preservato il fondo di 191,5 miliardi di euro previsto dal Next Generation Eu.

Inoltre, nel dl Pnrr 2, sono incluse anche norme contro l’evasione fiscale come, ad esempio, quelle che riguardano il Pos.

All’obbligo di usare il dispositivo elettronico per consentire il pagamento con carta introdotto già nel 2014, infatti, verrà aggiunta una sanzione da pagare in caso di violazione. La sanzione avrebbe dovuto tramutarsi in realtà a partire dal 1° gennaio 2023 ma la data dell’entrata in vigore è stata anticipata al prossimo 30 giugno 2022.

Dl Pnrr 2 approvato in Cdm: PA e tweet del ministro Brunetta

Il dl, ancora, introduce anche nuove regole finalizzate ad assumere dipendenti nella Pubblica Amministrazione e a determinare il corretto uso dei social.

In tal senso, il corretto uso dei social verrà regolamentato ed esposto nel Codice di comportamento della Pubblica amministrazione.

L’approvazione del dl Pnrr 2 è stata commentata dal ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta. L’esponente di Forza Italia, infatti, ha accolto l’approvazione del decreto in Cdm scrivendo il seguente messaggio su Twitter: “Con #dlpnrr2 il Governo dà un altro colpo di acceleratore per centrare le milestone e i target di giugno 2022. Nuova spinta su concorsi, formazione e mobilità dei dipendenti, obbligo di accedere ad inPA per tutte le procedure di selezione, rafforzamento di Formez PA e SNA. #Cdm”.

Contents.media
Ultima ora