> > Lega canta Rino Gaetano, la famiglia: no strumentalizzazioni

Lega canta Rino Gaetano, la famiglia: no strumentalizzazioni

Rino Gaetano

Durante la manifestazione a Piazza del Popolo la Lega ha usato il brano "Ma il cielo è sempre più blu". La famiglia di Rino Gaetano corre ai ripari.

“Rino non è di destra né di sinistra, non ha colori politici.

Perché devono farsi forza usando lui e la sua musica? Non ci è mai piaciuto” chiariscono Anna Gaetano e suo figlio Alessandro, sorella e nipote del cantautore calabrese scomparso nel 1981 a Roma. La Lega infatti nel corso della manifestazione a Piazza del Popolo ha usato il brano “Ma il cielo è sempre più blu”, e stavolta i familiari di Rino Gaetano stanno cercando un modo per cercare di evitare che la musica del cantante continui ad essere strumentalizzata.

Rino Gaetano non ha partito

E’ stata quindi contattata la Sony Music “per sapere se lo possono fare, se possono usare le sue canzoni così” spiega Anna, come riporta Il Messaggero. “Non ce l’abbiamo né con la Lega né con Matteo Salvini – chiarisce Alessandro – Questo è solo stato l’ennesimo episodio che ci viene segnalato in questi anni e di cui siamo stufi. Fosse stato chiunque altro l’avremmo pensata allo stesso modo”.

“Ogni volta che ci hanno invitato a parlare o cantare su un palco abbiamo chiesto di togliere le bandiere del partito di turno – ricorda infatti il nipote del cantautore. – Rino ha suonato alcune volte alla Festa dell’Unità, ma lui era solo a favore del popolo e contro chi tradiva i suoi ideali“.

Perché “Ma il cielo è sempre più blu” viene usata così spesso anche in ambito politico? Il brano racconta di “tanta gente che soffre, disperata.

C’è chi muore a lavoro, chi cerca casa, ma anche chi vive d’amore. Chi scappa con i soldi. C’è chi sta bene e chi sta male. E in questo marasma, c’è chi sta zitto e non dice nulla del marcio che c’è” spiega Alessandro, puntualizzando però: “Ma questa è la mia interpretazione. Poi, il vero significato lo sa solo Rino”.