×

Covid, Speranza firma: gli impianti sciistici riapriranno il 18 gennaio

Speranza firma l'ordinanza: gli impianti sciistici riapriranno il 18 gennaio

Roberto Speranza
Roberto Speranza

Gli impianti sciistici del Nord Italia sarebbero dovuti riaprire il 7 gennaio 2021, ma le Regioni hanno chiesto al Governo lo slittamento di tale data al 18 gennaio 2021 in virtù dei problemi legati alla pandemia di Covid-19. Nella giornata di sabato 2 gennaio, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza con cui si ufficializza appunto la riapertura degli impianti sciistici al a metà del mesi di gennaio.

Covid, Speranza: “Impianti sciistici riapriranno il 18”

“Nei giorni scorsi – si legge in una nota del Ministero della Salute – le regioni e le province autonome avevano chiesto attraverso lettera del presidente della conferenza, Stefano Bonaccini, un rinvio della riapertura in vista di un allineamento delle linee guida al parere espresso dal Cts”. “Allo stato attuale, causa anche il recente andamento epidemiologico a livello internazionale che non ha agevolato l’assunzione delle necessarie decisioni, si ritiene non ricorrano le condizioni tali da consentire iniziative e azioni programmabili per permettere l’apertura degli impianti il giorno 7 gennaio“, aveva scritto Stafano Bonaccini nella lettera.

In attesa “delle necessarie linee guida, quale documento indispensabile per l’avvio della stagione invernale, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome” aveva quindi chiesto ai ministri agli Affari regionali e alla Salute “di ridefinire la data stabilita al 18 gennaio 2021 per l’apertura degli impianti nelle stazioni e comprensori sciistici agli sciatori amatoriali“.

Non si sa ancora se gli impianti riapriranno in tutte le Regioni d’Italia. Tuttavia, dalla prime indiscrezioni filtrate a seguito della firma di Speranza, sembrerebbe che solo gli impianti situati nelle zone gialle potranno finalmente riaprire.

Se così sarà, verrà ancora rispettato il volere delle Regioni, i quali avevano chiesto la riapertura soltanto nelle zone gialle, ma in modo automatico.

Contents.media
Ultima ora