Qual è il miglior piano cottura a induzione
Qual è il miglior piano cottura a induzione
Casa

Qual è il miglior piano cottura a induzione

piano-cottura-a-induzione-miele

Andiamo a vedere i migliori modelli di piano cottura a induzione disponibili alla vendita su Amazon, elencando le specifiche tecniche e funzionalità al riguardo. I modelli in questione, sono suddivisi nelle varie fasce prezzo.

Il piano cottura a induzione, rispetto ai fornelli ai gas tradizionali, si presenta con un design di alto livello e di facile utilizzo. L’aspetto della sicurezza gioca a suo favore visto che non sono presenti fiamme, e quindi nessun pericoli di fughe di gas e scottature visto che la vetroceramica di cui è fatta la superficie di questo piano rimane fredda intorno alle pentole.

Tutti gli altri fattori da valutare sono sicuramente i costi, consumi, tempi di cottura e il tipo di pentole utilizzabili, il tutto per garantire una cottura più rapida e precisa. Infatti una volta impostato i diversi livelli di temperatura la cucina è pronta, ed è possibile anche far bollire l’acqua in pochissimi minuti grazie alla funzione booster.

Piano cottura a induzione

Il piano cottura a induzione è una tecnologia di ultima generazione, quindi non ha dispersioni di calore rispetto ai classici fornelli a gas, in quanto il calore si diffonde in modo uniforme sulla pentola.

Al suo interno sono presenti delle bobine sotto il piano di vetroceramica alimentate con energia elettrica, e riescono a scaldare in breve tempo le pentole grazie al campo magnetico che generano e che per trasmissione si trasferisce direttamente al loro fondo.

MIELE Piano Cottura KM 6388

Ad esempio un ottimo modello è sicuramente MIELE Piano Cottura KM 6388 ad Induzione. La dispersione energetica legata al processo induttivo è bassa ed il rendimento offerto dai piani cottura ad induzione è pari al 91%: la pentola d’acqua impiegherà soli 4 minuti per entrare in fase di ebollizione.

I vantaggi in base all’utilizzo del piano cottura ad induzione sono numerosi, a partire dalla facilità nella pulizia, e non troviamo nessun rischio legato alla fuori uscita di gas dato che è alimentato dalla corrente elettrica. Inoltre, trattandosi una superficie piana, non vi è il rischio che la pentola si rovesci, le zone di cottura sono dotate di riconoscimento automatico della pentola, il piano in vetroceramica viene riscaldato dal calore delle pentole con risparmio di energia e di minore spreco di corrente elettrica.

La parte di vetroceramica che circonda la zona di cottura resta piuttosto fredda, inibendo il rischio di scottature sulla pelle.

Inoltre, i tempi di cottura per portare ad ebollizione l’acqua contenuta in pentola sono notevolmente ridotti rispetto ai piani di cottura a gas. Per quanto concerne gli svantaggi del piano di cottura ad induzione sono il prezzo di acquisto molto elevato rispetto a quello del piano di cottura a gas.

Bosch Serie 8

Un’altro modello da tenere in considerazione è sicuramente il piano cottura a induzione Serie 8 della Bosch da 80 cm, dotato di varie funzionalità come PerfectCook e PerfectFry, in grado di ottenere degli ottimi risultati grazie al controllo automatico della temperatura Inoltre dispone di varie funzioni pratiche, come DirectSelect Premium, che consente la selezione della zona cottura desiderata, PerfectFry in grado di cucinare nella zona interessata grazie ai sensori a 5 livelli e PerfectCook, che previene bruciature dei cibi grazie al controllo preciso della temperatura di cottura. Da evidenziare che i profili laterali sono realizzati in acciaio inox.

Funzionamento

Il piano cottura a induzione funziona innanzitutto solo con pentole che hanno il fondo perfettamente piatto, e bisogna stare molto attenti al materiale di cui è fatto lo strato inferiore, che essere di tipo ferroso, altrimenti il campo magnetico non riesce ad attivarsi, e quindi non possiamo scaldare il cibo.

Quindi ricapitolando, il piano cottura a induzione non è compatibile con pentole di rame, alluminio, terracotta, o padelle antiaderenti con il fondo di alluminio.

Non tutti sono favorevoli al piano cottura a induzione proprio per i suoi limiti, anche se esistono delle soluzioni davvero molto convenienti a livello pratico.

Il piano radiante alogeno ha un rendimento termico scarso (circa 45-60%), quindi nettamente superiore a quello del gas, anche se è in linea con il piano cottura a induzione

Consumi

Per i consumi elettrici, sul mercato libero si possono scegliere offerte con energia al 100% rinnovabile, mentre per chi utilizza un impianto fotovoltaico, è possibile spostare i consumi dal gas al vettore elettrico, dato che utilizzando una quota maggiore dell’energia pulita si accorciano anche i tempi di rientro dell’investimento. Un incentivo notevole a tecnologie che sostituiscono il gas con l’elettricità, viene dalla riforma delle tariffe elettriche dei clienti domestici, entrata in vigore da gennaio 2017 e che sarà completata entro il 2018.

Il sistema a induzione ha un rendimento davvero molto alto, ovvero attorno al 90%, in modo tale che tutto il sistema emana calore dalla fiamma disperdendolo nell’ambiente. Infatti la potenza elettrica assorbita dalle bobine è parecchio alta.

Sistemi di cottura elettrici

E’ necessario distinguere tra i diversi sistemi di cottura elettrici, ovvero quelli a induzione, radianti o alogeni.

  • Induzione;
  • Radianti;
  • Alogeni.

Il piano cottura a induzione tramite bobine alimentate dall’energia elettrica, genera un campo magnetico che si trasferisce direttamente alle pentole, scaldandole nel minor tempo possibile.

Con il sistema a induzione il rendimento è nell’ordine del 90%, mentre un fornello a gas arriva intorno al 40-55% a causa dell’elevata dispersione termica che finisce nell’ambiente.

Il piano radiante ha una resistenza elettrica sotto la superficie di vetroceramica, e quindi il calore generato dalla resistenza scalda il pentolame per trasmissione, ovvero subito dopo aver scaldato il piano.

Il funzionamento dell’alogeno è molto simile, anche se al posto della resistenza, è presente una potente lampada a infrarossi. I piani radianti e alogeni hanno rendimento termico che oscilla tra il 45 e il 60% circa.

Uno dei fattori che hanno limitato la diffusione dei piani cottura a induzione nei nostri mercati italiani è la potenza elettrica assorbita dalle bobine. Infatti secondo recenti test effettuati, utilizzando contemporaneamente più zone cottura è facile arrivare ai classici 3 kW, soprattutto se abbiamo acceso anche qualche altro elettrodomestico in casa.

Molti piani cottura consentono di autolimitare l’assorbimento massimo per evitare distacchi della corrente, ma potrebbe essere necessario aumentare la potenza contrattuale, aumentando anche i relativi costi in bolletta.

Tipi di pentole

Se avete deciso di acquistare un piano cottura a induzione, è importante scegliere le giuste pentole da abbinare alla propria cucina. Il sistema infatti è compatibile con pentole dal fondo perfettamente piatto e con uno strato inferiore di materiale ferroso, senza il quale non potrebbe attivarsi il campo magnetico del sistema.

Un metodo molto semplice per verificare se le pentole vanno bene è verificare se una calamita si attacca o no, quindi andranno sostituite tutte quelle pentole di rame, alluminio e terracotta, e padelle antiaderenti con il fondo di alluminio.

Sono disponibili alla vendita anche dei dischi adattatori che permettono l’uso sul fornello ad induzione di tutti i tipi di pentole: da ricordare che utilizzandoli, allungate sensibilmente i tempi di cottura e aumentato i costi di gestione.

Sicurezza

Il fattore sicurezza è davvero essenziale: nel nuovo sistema a induzione non sono presenti fiamme né rischi dovuti a eventuali fughe di gas, e la superficie di vetroceramica, inoltre, rimane fredda intorno alle pentole, riducendo al minimo la possibilità di scottature.

La cottura è più rapida e precisa, perché si possono impostare diversi livelli di temperatura e il calore si diffonde in modo uniforme sulla pentola, senza dispersioni che avvengono con i fornelli a gas tradizionali.

Inoltre la maggior parte dei modelli attuali dispongono di varie funzionalità al riguardo, come la modalità booster, utilizzata per far bollire l’acqua in pochissimo tempo, ed è possibile impostare con precisione la temperatura ed i tempi di cottura. Con i modelli professionali invece è possibile associare più zone riscaldanti, formando un’unica estesa zona di cottura, per pentole di grandi dimensioni.

Il costo d’acquisto di un piano a induzione, in media, è nettamente maggiore rispetto ai tradizionali fornelli a gas. Sono disponibili anche dei piani a induzione più economici, con prezzi che oscillando tra le 180-200 euro, mentre i modelli più sofisticati arrivano oltre i 1.500 euro.

I piani cottura a induzione hanno diritto al bonus mobili, cioè la detrazione fiscale del 50% della spesa, subito dopo aver eseguito una ristrutturazione edile. Il bonus mobili è valido anche per gli acquisti che si effettueranno nel 2017, ma per le spese fatte nell’anno appena iniziato vale solo per immobili oggetto di ristrutturazioni iniziate dopo il 1° gennaio 2016.

Modelli

Se siete alla ricerca di un piano cottura ad induzione per la propria cucina, il principio di funzionamento dei piani cottura ad induzione, nonostante siano alimentati da corrente elettrica, è differente dai sistemi di cottura più tradizionali (gas). I piani di cottura ad induzione per la vostra cucina ha il seguente funzionamento: attraverso delle speciali bobine poste sotto al piano cottura in vetroceramica, si viene a generare un campo magnetico, il quale viene direttamente trasferito al fondo della pentola posta sul piano in vetroceramica, venendosi a convertire in calore.

Andiamo a vedere i migliori modelli di piano cottura a induzione , disponibili alla vendita su Amazon, elencando le specifiche ed i prezzi di vendita, suddivisi nelle varie fasce.

Modelli inferiori a 400 euro

Bosch PKE611B17E

Il piano cottura a induzione PKE611B17E è caratterizzato da una piastra incorporata in ceramica-vetro, nella classica colorazione Nera. Le dimensioni effettive sono di 59,2 x 52,2 x 4,5 cm ed un peso di 7 Kg, con un consumo pari a 1200 Watt di potenza. Il piano induzione è in grado di raggiungere degli ottimi risultati grazie al controllo automatico della temperatura.

Inoltre sono presenti 4 piani cottura, vari controlli touch per selezionare la funzione desiderata e la sicurezza per i bambini.

Bosch PIE611B10J

Piano ad induzione da 60 cm che si presenta con le dimensioni effettive di 60 x 51,5 x 5,5 cm., ed un peso di 11 Kg. E’ disponibile alla vendita su Amazon, con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Modelli tra 500 e 1000 euro

Bosch PIF672FB1E

Il modello di piano cottura d incasso PIF672FB1E realizzato dal colosso Bosch, si presenta con le dimensioni effettive di 60,6 x 52,7 x 5,1 cm ed un peso di appena 13 Kg, con un consumo pari a 2200 Watt di potenza. Il piano induzione è dotato di PerfectCook e PerfectFry, in grado di raggiungere degli ottimi risultati grazie al controllo automatico della temperatura.

E’ possibile selezionare la zona cottura desiderata, con una cottura rapida e precisa grazie ai sensore a 5 livelli. Inoltre previene bruciature dei cibi grazie al controllo preciso della temperatura di cottura ed il timer contaminuti per spegnere in autonomia le zone cottura al termine del tempo impostato. E’ presente anche la funzione Energy Tutor per limitare l’assorbimento elettrico da 1 kW

Bosch Serie 8 PXY875DE3E

Un’altro modello da tenere in considerazione è sicuramente il piano cottura a induzione Serie 8 della Bosch da 80 cm, dotato di varie funzionalità come PerfectCook e PerfectFry, in grado di ottenere degli ottimi risultati grazie al controllo automatico della temperatura Inoltre dispone di varie funzioni pratiche.

DirectSelect Premium consente la selezione della zona cottura desiderata, PerfectFry in grado di cucinare nella zona interessata grazie ai sensori a 5 livelli e PerfectCook, che previene bruciature dei cibi grazie al controllo preciso della temperatura di cottura. Da evidenziare che i profili laterali sono realizzati in acciaio inox.

Modelli superiori a 1000 euro

Bosch Serie 8 PXY675DC1E

Modello ad incasso che si presenta con le dimensioni effettive di 60,6 x 52,7 x 5,1 cm ed un peso di appena 16 Kg, con un consumo pari a 2200 Watt di potenza. Il piano induzione è dotato di PerfectCook e PerfectFry, in grado di raggiungere degli ottimi risultati grazie al controllo automatico della temperatura.

E’ possibile selezionare la zona cottura desiderata, con una cottura rapida e precisa grazie ai sensore a 5 livelli. Inoltre previene bruciature dei cibi grazie al controllo preciso della temperatura di cottura ed il timer contaminuti per spegnere in autonomia le zone cottura al termine del tempo impostato.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*