×

Quirinale, il Movimento 5 Stelle convoca un’assemblea congiunta: vige il caos tra i pentastellati

Il Movimento 5 Stelle dovrà fare ordine tra le tante questioni che si trova ad affrontare. Troppa confusione per la corsa al Quirinale

Giuseppe Conte

Vista la grossa confusione e le ultime notizie poco rassicuranti, il Movimento 5 Stelle ha convocato un’assemblea congiunta prevista domani, 23 gennaio 2022, alle 21:00. Nessun assente, ci saranno senatori e deputati e il tutto sarà diretto dal leader di partito Giuseppe Conte.

Il tema è uno: l’elezione del Presidente della Repubblica.

Quirinale: il Movimento 5 Stelle convoca un’assemblea congiunta

Non sta passando un momento sereno il M5S, soprattutto dopo essere calato nei sondaggi di lunedì 17 gennaio 2022 e dopo alcune dichiarazioni da parte dell’ex alleato di Conte, Goffredo Bettini (PD). A condire il tutto si aggiunge anche la vicenda del video a luci rosse riprodotto per errore in Senato, che ha coinvolto la senatrice Maria Laura Mantovani.

Un’altra brutta notizia, che ha destabilizzato ancora di più la linea interna del partito, è arrivata pochi giorni fa. Pare che il deputato Riccardo Fraccaro abbia trattato con Matteo Salvini senza il mandato dei vertici di partito. Una vera e propria bufera, in quanto Fraccaro avrebbe promesso un pacchetto di voti al centrodestra a sostegno della candidatura di Giulio Tremonti al Quirinale. Il partito di Giuseppe Conte dovrà quindi riunirsi non solo fare il punto della situazione sulla travagliata questione Quirinale, ma anche per risolvere questi conflitti interni.

Quirinale: Fraccaro si difende, fedele al Movimento 5 Stelle

Se la vicenda di Fraccaro fosse vera, sarebbe un vero e proprio schiaffo in faccia al partito. Ovviamente, il deputato ha smentito tutto, dichiarando, come riporta l’Adnkronos, che: “In merito ad alcune ricostruzioni fantasiose riguardo il mio incontro con Matteo Salvini, vorrei chiarire che non si è parlato di numeri né di voti per le prossime elezioni del Presidente della Repubblica.

La conversazione ha riguardato alcune ipotesi relative al Quirinale, rispetto alle quali ho consigliato a Salvini di aprire un dialogo con il Presidente Conte. Era ed è chiaro che ogni decisione in merito a tutte le ipotesi resta in mano a Giuseppe Conte, che con la sua scelta può determinare il futuro Presidente della Repubblica“.

Quirinale, Sibilia: “Per me esistono solo il Movimento 5 Stelle e Giuseppe Conte”

Ad essere coinvolto nell’ “Operazione Tremonti” vi è anche il sottosegretario al Ministero degli Interni Carlo Sibilia, che ha smentito qualsiasi suo coinvolgimento con Salvini e co. Il sottosegretario ha commentato: “Leggo citazioni stampa mio malgrado. Azioni non compiute dal sottoscritto e che non hanno alcun valore”. Ha inoltre aggiunto: “Se interpellato avrei riferito di non esserne a conoscenza: si tratta di ricostruzioni destituite di ogni fondamento”. Sibilia ha concluso la sua dichiarazione affermando che per lui “esistono solo le trattative portate avanti dal M5S e Giuseppe Conte, come sempre dichiarato in questi giorni. Ogni altra insinuazione è falsa e chiunque la alimenti verrà querelato“.

Quirinale, Giuseppe Conte proverà a tenere unito il Movimento 5 Stelle

In questo clima estremamente caotico, c’è chi vuole la testa di Fraccaro subito e chi invece vuole chiarimenti da parte sua e degli altri colleghi ipoteticamente coinvolti nell’ “Operazione Tremonti”. Sarà una giornata di fuoco quella di domani, in cui Giuseppe Conte quasi sicuramente sceglierà una linea pragmatica, contando sul totale appoggio di tutto il partito viste le dichiarazioni dei presunti “traditori”. Non si esculde però che Conte, per dare un segnale forte al partito, potrebbe, metaforicamente parlando, far “cadere qualche testa”.

Quirinale: e se il Movimento 5 Stelle fosse già d’accordo con il centrosinistra per un nome?

Ore decisive per Giuseppe Conte, che tra le tante cose, a suon di tweet, ha annunciato che in data 19 gennaio 2022 si è incontrato con il leader del PD Enrico Letta e il Ministro della Salute Roberto Speranza. L’incontro tra i tre è stato sereno e, stando a quanto riportato nei tweet dei tre politici, sono assolutamente aperti al confronto. Ora, un ipotetico accordo con il centrosinistra renderebbe ancora più spinoso il confronto tra Conte e Fraccaro, che ha consigliato di aprire un dialogo con Salvini.

Contents.media
Ultima ora