×

Rapporto Agenas, in Friuli terapie intensive da zona gialla e crescono anche in Liguria e a Trento

L'ultimo rapporto Agenas descrive la situazione negli ospedali italiani: percentuali a livello nazionale sono sotto il livello di allerta, ma in rialzo.

Friuli terapie intensive

Da giorni la situazione in Friuli Venezia Giulia appare critica, con contagi in continuo aumento in particolare in seguito ai numerosi assembramenti e alle manifestazioni no green pass. Nella Regione è stata superata la soglia di allerta nelle terapie intensive e a confermare la criticità del momento è anche il nuovo rapporto Agenas.

Rapporto Agenas, in Friuli Venezia Giulia terapie intensive da zona gialla

La quarta ondata è ormai iniziata e preoccupa la risalita dei contagi. La situazione nel Vecchio Continente fa paura, con record giornalieri di positivi e numero di vittime troppo alto. Germania, Olanda e Paesi dell’Est, dopo le difficoltà del Regno Unito, affrontano una situazione in costante peggioramento. Gli ospedali faticano a reggere. In Italia, al contrario, la sanità sembra non essere messa sotto pressione dall’incremento dei positivi al Covid-19.

Tuttavia, i ricoveri (ordinari e in terapia intensiva) sono in aumento anche nel nostro Paese.

Lo testimonia l’ultimo rapporto Agenas. I contagi sono in netto rialzo in Veneto, ma è il Friuli Venezia Giulia a registrare la situazione più pesante in termini di occupazione delle strutture ospedaliere da parte di malati Covid. È occupato il 14% delle terapie intensive per il ricovero di pazienti positivi al virus.

Superata la soglia di preoccupazione del 10%. L’occupazione dei posti in reparto, invece, è del 13%.

In Friuli Venezia Giulia, Liguria e Trento terapie intensive in aumento

La situazione appare critica e difficoltosa soprattutto in Friuli Venezia Giulia, ma anche in altre zone d’Italia gli ospedali segnalano un continuo aumento dei posti letto occupati da pazienti malati di Covid.

I numeri nelle terapie intensive sono in rialzo anche in Liguria, che raggiunge il 5%, e nella provincia autonoma di Trento, pari al 4%.

Rapporto Agenas, in Friuli terapie intensive da zona gialla: i dati nelle altre Regioni

Oltre all’aumento dei posti occupati in terapia intensiva, i ricoveri ordinari sono in crescita da Nord a Sud.

Un aumento nei reparti di area non critica si registra in Campania (9%), in Sicilia (10%), in Lombardia (8%) nella provincia autonoma di Trento (5%). Scende di 3 punti la percentuale in Valle d’Aosta, arrivando così all’8%. Cala di un punto percentuale l’occupazione ospedaliera anche nella provincia autonoma di Bolzano (14%). Alta ma invariata è la percentuale in Calabria, ferma al 12%.

Contents.media
Ultima ora