×

Roberto Saviano rinviato a giudizio dal gup di Roma: ha definito “bastardi” Meloni e Salvini

Lo scrittore e giornalista Roberto Saviano è stato rinviato a giudizio dal gup di Roma per aver definito “bastardi” i leader di destra Meloni e Salvini.

meloni

Il gup di Roma ha rinviato a giudizio lo scrittore e giornalista Roberto Saviano, accusato di diffamazione contro Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia.

Roberto Saviano rinviato a giudizio dal gup di Roma: ha definito “bastardi” Meloni e Salvini

Nella giornata di venerdì 5 novembre, il gup di Roma ha rinviato a giudizio lo scrittore Roberto Saviano, denunciato dalla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni per diffamazione.

Dopo aver appreso la decisione del gup di Roma, Roberto Saviano ha deciso di commentare il rinvio a giudizio attraverso un post pubblicato sul suo account Facebbok che riporta il seguente messaggio: “Oggi sono stato in tribunale, rinviato a giudizio su denuncia di Giorgia Meloni per aver esercitato il diritto di critica, il diritto di libero pensiero.

Meloni querela per intimidire, per ridurre al silenzio. Per mettere a tacere ogni voce contraria. No Meloni, io non mollo.Io non vi mollo”.

Roberto Saviano rinviato a giudizio dal gup di Roma: la denuncia di Giorgia Meloni

La querela contro Roberto Saviano era stata presentata da Giorgia Meloni per rispondere alle accuse e alle offese rivolte ai leader del centrodestra dal giornalista quando ha commentato la vicenda del bambino morto mentre attraversava il Mediterraneo, dopo essere partito dalla Guinea alla volta dell’Italia.

A questo proposito, lo scrittore aveva dichiarato: “Vi sarà tornato alla mente tutto il ciarpame detto sulle Ong: ‘taxi del mare’, ‘crociere’… ma viene solo da dire bastardi. A Meloni, a Salvini, bastardi, come avete potuto? Come è stato possibile, tutto questo dolore descriverlo così?”.

L’indagine è stata assegnata al pm Pietro Pollidori che, nella giornata di venerdì 5 novembre, ha contestato a Roberto Saviano – presente in Aula – il reato di diffamazione.

Roberto Saviano rinviato a giudizio dal gup di Roma: il commento dello scrittore

In merito alla vicenda, lo scrittore Saviano ha anche osservato: “E come per il Ministro della Mala Vita mi ispirò il pensiero politico di Salvemini, la lotta strenua, quella che ti porta a non mollare dinanzi alle menzogne, che ti impone di fare col tuo corpo da scudo a chi salva vite in mare contro gli attacchi di politici sciacalli e disumani, ecco questa forza la prendo dalla lotta politica dei fratelli Rosselli. Come si può restare indifferenti di fronte a un politico che sostiene che le imbarcazioni delle ONG debbano essere affondate e l’equipaggio arrestato? Come si può restare in silenzio quando un politico ha il coraggio infame di fare campagna elettorale sulla pelle di uomini, donne e bambini che stanno morendo in mare. No Meloni, io non mollo! Tu continua pure a querelare, io non mollo! Io non vi mollo!”.

Contents.media
Ultima ora