> > Roma, incendio in un deposito giudiziario in via Settebagni

Roma, incendio in un deposito giudiziario in via Settebagni

polizia

Incendio in un deposito giudiziario: distrutti dalle fiamme circa 500 motorini.

Nella notte tra il 1° e il 2 marzo si è verificato un incendio presso il deposito giudiziario sito a Roma, in via Settebagni, 729.

Le fiamme che si sono sprigionate all’interno della struttura hanno distrutto quasi 500 motorini, pronti per la rottamazione. Come informa FanPage, è stata chiusa in via precauzionale la complanare del Grande Raccordo Anulare, per il tempo necessario a estinguere le fiamme. La strada, infatti, passa a poca distanza dal luogo in cui si è sprigionato l’incendio. Intervenuti sul luogo dell’incendio due squadre di vigili del fuoco, assieme a due autobotti.

Presenti anche alcuni agenti della polizia di stato per opportuni rilievi di competenza.

Incendio al deposito giudiziario: dinamiche da chiarire

Come informa Repubblica, oltre all’intervento di vigili e polizia, sul luogo dell’incendio è stata inviata anche la polizia scientifica. Gli inquirenti stanno indagando a 360 gradi su quanto avvenuto. Le dinamiche sono ancora da chiarire: bisognerà comprendere se l’incendio sia di natura dolosa o colposa.

L’incendio a Torre Spaccata

Lo scorso 11 gennaio un’altra struttura è stata interessato da un incendio simile. Ci riferiamo a quello avvenuto presso il deposito giudiziario Capitale 3000 s.r.l., in via Ruderi di Casa Calda al civico 49 nella zona a est di Roma fra Torre Maura e Torre Spaccata. Le fiamme, in quel caso, hanno completamente distrutto l’intero stabile.