×

Salman Rushdie aggredito a New York: assalitore fermato

New York, 13 ago. (askanews) – Lo scrittore e saggista Salman Rushdie, è stato aggredito nello stato di New York. E’ stato pugnalato ripetutamente al torace e al collo da un’arma da taglio. E’ stato trasportato in ospedale in elicottero ed è stato operato.

Salman Rushdie da tempo è bersaglio di minacce di morte per aver scritto nel 1988 i “Versetti Satanici”; contro di lui è stata lanciata una Fatwa irrevocabile o editto religioso, nel 1989 che invitava i musulmani di tutto il mondo a uccidere l’autore britannico di origine indiana dopo che il suo libro era stato condannato come blasfemo, costringendolo in anni di vita nascosta e sotto scorta.

Fermato l’aggressore Hadi Matar, 24 anni, del New Jersey, che era entrato all’evento al Chautauqua Institution come tutti gli altri spettatori e che sarebbe un “simpatizzante del governo iraniano”.

“Non ho alcuna idea, come ho detto è molto presto. In questo momento non abbiamo nessuna indicazione sul motivo del gesto. Ma stiamo lavorando con l’FBI, l’ufficio dello scheriffo e determineremo la causa che ha provocato questo attacco” ha detto il Maggiore Eugene Staniszewski della polizia di stato di New York subito dopo l’aggressione.

La notizia dell’aggressione a Salman Rushdie ha fatto rapidamente il giro del mondo. I media iraniani hanno elogiato la persona che ha aggredito e ferito gravemente l’autore. “Mille bravo … alla persona coraggiosa e rispettosa” si legge su in quotidiano di Teheran.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora