×

Raloxifene per il Covid-19, speranza nel farmaco anti osteoporosi

Richiesta la sperimentazione clinica per l'uso del Raloxifene come cura al Covid-19. Il farmaco per l'osteoporosi è una nuova speranza.

Contro il Covid-19 arriva il Raloxifene
Raloxifene per il Covid-19? Speranza nel farmaco anti osteoporosi.

Il Raloxifene contro il Covid-19? Sembra che un farmaco contro l’osteoporosi potrebbe rappresentare una nuova speranza per contrastare la pandemia. Il suo principio attivo previene anche lo sviluppo di tumori al seno nelle donne in menopausa.

Raloxifene per il Covid-19

Dompé farmaceutici, alla guida del consorzio europeo Exscalate4CoV, ha reso disponibili alla ricerca le 400mila molecole da scansionare per trovare principi attivi efficaci contro il Coronavirus. I sistemi che lo hanno fatto presentano un algoritmo in grado di elaborare 3milioni di molecole al secondo, in questa occasione impostato per dare priorità ai principi attivi già in commercio.

Tra queste molecole, 7mila sono state ritenute promettenti e quindi testate, 100 di queste hanno dimostrato efficacia in provetta e 40 hanno contrastato la replicazione virale in cellule animali. Exscalate4CoV ha chiesto dunque l’autorizzazione per la sperimentazione clinica del Raloxifene, risultato molto valido per combattere la replicazione del Covid-19. Nel frattempo ne è stato depositato un nuovo brevetto, affinché si velocizzi la produzione, ampliandone l’utilizzo.

Conferme anche dalla Corea

Anche dall’Asia ci sono buone notizie in merito al farmaco anti osteoporosi. I ricercatori sudcoreani del Gyeonggi Bio Center e del Korea National Institute of Health, hanno scoperto che il medicinale è in grado di sopprimere l’attività del virus a livello cellulare. Il principio attivo era stato efficace anche contro SARS e MERS.

Dal Regno Unito invece si parla di Desametasone come cura per il Coronavirus, dimostratosi efficace se somministrato ai pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Contents.media
Ultima ora