×

Salvador Ramos, chi è il killer della sparatoria in Texas che ha ucciso 19 bambini

Chi è Salvador Ramos, il killer che ha messo a punto la sparatoria in Texas in cui sono morte 21 persone tra bambini e adulti.

Salvador Ramos

Si chiamava Salvador Ramos, aveva frequentato la stessa scuola elementare dove è tornato per compiere una strage, pochi giorni prima aveva condiviso sul suo profilo Instagram una foto delle armi: è questo il profilo del killer responsabile della sparatoria in Texas su cui gli investigatori stanno ancora indagando e che è stato abbattuto a colpi di arma da fuoco dalla Polizia.

Sparatoria in Texas: chi è il killer

Le notizie su di lui sono ancora frammentarie, ma gli inquirenti hanno diffuso una sua foto che lo mostrano con capelli lunghi corvini, occhi puntati sul cellulare, pelle con qualche segno di impurità e viso di un ragazzino (ha 18 anni) che sta per diventare un uomo. La dinamica di ciò che è accaduto è ormai tristemente nota: dopo aver fatto irruzione nell’edificio impugnando una pistola e forse un fucile, il giovane ha compiuto una vera e propria strage uccidendo 19 bambini e 2 insegnanti.

Quattro giorni prima dell’attacco aveva condiviso sul suo profilo Instagram un post con due fucili semiautomatici con il caricatore innestato. Aveva inoltre scritto ad una ragazza, che ha poi reso pubblica la conversazione con lui, inviandole quella stessa foto delle armi e scrivendole “rispondimi entro un’ora perché voglio rivelarti un segreto“. Spaventata, la giovane aveva chiesto cosa avessero a che fare i suoi fucili con lei, e Salvador le aveva risposto che “volevo solo condividere le immagine con te e sapere se le posterai“.

L’unico motivo per cui gli avevo risposto era perché mi faceva paura. Adesso mi resta il rammarico di non essere rimasta sveglia a parlare con lui per cercare di evitare questo crimine“, ha ammesso la ragazza.

Poco prima aveva sparato alla nonna

Gli investigatori sono ora al lavoro per capire di più sulla personalità di Ramos e accertare se fosse ossessionato dai mitragliatori, dalle munizioni e dalla violenza e se avesse disturbi mentali.

Si scaverà inoltre nella sua vita famigliare, dove è già emerso un dettaglio agghiacciante: prima di uscire per la sua folle missione, il ragazzo ha infatti sparato alla nonna che ora si trova ricoverata in un ospedale di San Antonio.

Contents.media
Ultima ora