×

Sciopero generale l’11 ottobre: possibili disagi e fasce di garanzia per i trasporti

Proclamato dai sindacati di base lo sciopero di lunedì 11 ottobre che riguarderà tutti i settori pubblici e privati

sciopero 11 ottobre trasporti

Sciopero generale nazionale di 24 ore  – dalle 21 di oggi domenica 10 ottobre alle 21 domani lunedì 11 ottobre –  di tutti i settori pubblici e privati proclamato da Cobas, Usb e tutto il sindacalismo di base. A rischio stop trasporti, uffici pubblici e scuola, 

Sciopero 11 ottobre: corteo a Piazza della Repubblica

Dopo i disordini di sabato, la Capitale si trova ad affrontare un’altra giornata impegnativa sul fronte della sicurezza. In occasione dello sciopero generale  -proclamato da Cobas, usb e tutto il sindacalismo di base –  è in programma un corteo che partirà da Piazza della Repubblica mentre Usb PI ha promosso una manifestazione USB  a Palazzo Vidoni, sotto la sede della Funzione Pubblica.

Lo sciopero interesserà tutti i settori pubblici e privati: possibili stop nei trasporti ma anche nella scuola e per gli uffici pubblici.  

Sciopero 11 ottobre: trasporto locale

Soprattutto riguardo i traporto locale nelle grandi città sono previste delle fasce di garanzia. Per quanto riguarda il trasporto regionale saranno  garantiti i servizi essenziali dalle ore 6 alle 9 e dalle 18 alle 21.

Da quanto riporta l’adnkronos, a Roma stop in vista per Atac, Roma Tpl e Cotral: i mezzi si fermano dalle 8.30, quando cesseranno le corse di autobus, metro e delle linee Roma-Civitacastellana-Viterbo, Termini-Centocelle e Roma-Lido.

I trasporti riprenderanno tra le 17 e le 20. A Milano, fasce di garanzia tra le 6 e le 9 e tra le 18 e le 21. A Napoli, servizi di trasporto pubblico garantiti nelle fasce 5.30-8-30 e 17-20.

Sciopero 11 ottobre: treni 

Per quanto riguarda i treni, riportiamo integralmente il comunicato di Trenitalia: “Dalle ore 21.00 di domenica 10 alle ore 21.00 di lunedì 11 ottobre 2021 è stato indetto uno sciopero nazionale del personale del Gruppo FS Italiane.

Non sono previste modifiche alla circolazione dei treni a Lunga Percorrenza. Per i treni Regionali sono garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 (come da Orario ufficiale Trenitalia e www.trenitalia.com). Su alcune linee regionali si prevede di confermare l’intera offerta ordinaria. L’agitazione sindacale può comportare modifiche al servizio anche prima dell’inizio e dopo la sua conclusione. Informazioni su collegamenti e servizi anche attraverso l’app Trenitalia, la sezione Infomobilità di questo sito web, i canali social e web del Gruppo FS Italiane, il numero verde gratuito 800 89 20 21, oltre che nelle biglietterie e presso il personale di assistenza clienti”.

Sciopero 11 ottobre: aerei

Anche per il trasporto aereo sono previste delle fasce orarie di tutela, dalle ore 7 alle 10 e dalle ore 18 alle 21. Per informazioni più dettagliate è però necessario informarsi presso la compagnia di riferimento.

Sciopero 11 ottobre: i motivi della protesta 

Ogni organizzazione sindacale ha pubblicato sui propri canali ufficiali, le ragioni dello sciopero. Dal sito del Cobas una nota precede l’elenco delle rivendicazioni sotto elencate: 

“Nel corso della pandemia l’Unione Europea é passata da politiche restrittive a politiche espansive. Il Recovery Fund con l’emissione di Eurobond ha avviato una politica economica incentrata sulla spesa pubblica in deficit, in controtendenza rispetto alla fase dell’”austerità”. Tale svolta va resa strutturale, a partire dalla cancellazione del debito pubblico detenuto dalla BCE e dalle Banche centrali nazionali, che per l’Italia ammonta al 20% del debito complessivo. Ma il PNRR italiano e degli altri paesi non costituisce invece una svolta nell’uso pubblico e sociale dell’ingente massa di denaro. Con lo sciopero generale dell’11 ottobre i COBAS puntano ad una radicale inversione di tendenza in tale uso”

Contents.media
Ultima ora