> > Se ne va in giro con una katana nell'auto, i carabinieri lo fermano

Se ne va in giro con una katana nell'auto, i carabinieri lo fermano

Una katana simile a quella rinvenuta all'abruzzese

In alta provincia di Caserta un uomo se ne va in giro con una katana nell'auto, segnalato per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere

In Campania se ne va in giro con una katana nell’auto, i carabinieri lo fermano.

I media della provincia di Caserta spiegano che un 39enne abruzzese è stato intercettato dai carabinieri ad un posto di blocco e denunciato per il porto ingiustificato di quell’arma da taglio particolarmente adatta a dare la morte. 

Se ne va in giro con una katana nell’auto

Tutto è accaduto in territorio di San Pietro Infine, ai confini con il Lazio, quando i militari del comando stazione di Rocca D’Evandro, piccolo comune in provincia di Caserta, hanno sorpreso il 39enne con una katana, la tipica spada dei Samurai, nel cofano della sua auto.

L’uomo, risultato ai controlli essere residente in  Abruzzo, a Castel di Sangro è stato denunciato dai carabinieri di Rocca d’Evandro. 

Quasi un metro di acciaio tagliente

I militari della territoriale lo hanno fermato durante un normale servizio di controllo del territorio, volto a prevenire e reprimere la commissione di reati contro la persona ed il patrimonio. A seguito “di perquisizione personale e veicolare” il 39enne è stato trovato in possesso “di una katana della lunghezza di 98 centimetri, riposta all’interno del vano bagagli dell’auto in uso”.

Ovviamente l’arma era trasportata senza alcun giustificato motivo, perciò “è stata sottoposta a sequestro”. L’uomo è stato deferito in stato di libertà per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere.